Serie C girone C, 19^ giornata: Matera-Casertana preview. Arbitro Natilla di Molfetta

matera-casertana slide

Domenica 17 dicembre 2017 il Matera sfida la Casertana allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno dalle ore 20,30 per la 19^ giornata del campionato di serie C girone C. Di seguito la scheda del match a cura di Michele Capolupo, il programma completo della 19^ giornata, la classifica del girone C, la classifica dei marcatori biancoazzurri, il cammino della Casertana in Coppa Italia Tim e in campionato, i precedenti tra le due squadre e la rosa della Casertana 2017-2018.

La scheda grafica è di Macroonda – www.macroonda.it

matera-casertana slide

Domenica 17 dicembre 2017, Matera, stadio “XXI Settembre-Franco Salerno”, ore 20,30

Serie C girone C, 19^ giornata

Matera-Casertana – probabili formazioni

Matera: Tonti, Salandria, Scognamillo, De Franco, Sernicola, Casoli, De Falco, Urso, Strambelli, Giovinco, Sartore. All. Auteri. A disposizione: Golubovic, Mittica, Buschiazzo, Maimone, Corado, Dugandzic, Dammacco.

Casertana: Cardelli, Lorenzini, De Marco, Rajcic, D’Anna, Rainone, Carriero, Alfageme, De Rose, Polak, Turchetta. All. D’Angelo. A disposizione: Gragnaniello, Finizio, Ferrara, Forte, Padovan, Marotta, Cigliano, Santoro, Minale, Tripicchio, Colli.

Arbitro: Fabio Natilla di Molfetta

Assistenti: Domenico Palermo e Michele Falco di Bari

Indisponibili nel Matera: Mattera, Stendardo, Maciucca, Di Sabatino, Angelo, Battista

Ex di turno: De Rose e Turchetta nella Casertana
PROGRAMMA GARE 19^ GIORNATA

BISCEGLI-RACING FONDI Domenica Ore 16.30

CATANZARO-PAGANESE Domenica Ore 16.30

JUVE STABIA-REGGINA Venerdì Ore 20.45 Diretta Sportitalia

LECCE-MONOPOLI Domenica Ore 20.30

MATERA-CASERTANA Domenica Ore 20.30

RENDE-CATANIA Domenica Ore 16.30

SICULA LEONZIO-SIRACUSA Domenica Ore 20.30

TRAPANI-COSENZA Domenica Ore 16.30

VIRTUS FRANCAVILLA-FIDELIS ANDRIA Domenica Ore 18.30

Riposa: AKRAGAS
CLASSIFICA AGGIORNATA DOPO LA 18^ GIORNATA

Lecce 40

Catania e Trapani 35 punti

Siracusa 30 punti

Rende e Virtus Francavilla 25 punti

Matera * e Catanzaro 24 punti

Bisceglie e Monopoli 23 punti

Juve Stabia 22 punti

Cosenza 20 punti

Reggina, Racing Fondi e Sicula Leonzio 18 puntis

Fidelis Andria *, Casertana 15 punti

Paganese 14 punti

Akragas * 9 punti

* Matera 2 punti di penalizzazione

* Fidelis Andria 1 punto di penalizzazione

* Akragas 3 punti di penalizzazione
CLASSIFICA MARCATORI MATERA

5 reti. Casoli

4 reti: Giovinco (3 rig.)

3 reti: Strambelli

1 rete: Corado, Stendardo, Sernicola, Battista, Scognamillo, Urso, Maimone, Sartore
RISULTATI COPPA ITALIA TIM CUP

Primo turno

Matera-Casertana 2-0

Domenica 30 luglio 2017, ore 20, stadio XXI Settembre-Franco Salerno

Matera-Casertana 2-0

Matera: Mittica, Mattera, Scognamillo, Stendardo, Salandria, Di Lorenzo, Casoli, Strambelli, Giovinco, Corado, Battista. All. Auteri. A disposizione: Fortunato, Sartore, Hisay, De Franco, Maimone, Dellino, Maciucca.

Casertana: Benassi, Finizio, Ferrara, Lorenzini, D’Anna, De Marco, Tripicchio, De Filippo, Carriero, Rainone, Forte. All. Scazzola. A disposizione: Avella, Moretta, Donnarumma, Santoro, Minale, Visconti.

Arbitro Proietti di Terni

Assistenti Falco di Bari e Di Benedetto di Barletta

Quarto uomo: Carella di Bari.

Reti: 18′ Corado (M), 62′ Giovinco (M)

Angoli: 9-3

spettatori: 1000 circa con 46 tifosi ospiti

RISULTATI CASERTANA COPPA ITALIA LEGA PRO

16^ di finale: Casertana-Sambenedettese 3-1 (dopo ts)

ottavi di finale: Casertana-Paganese 0-1
RISULTATI CASERTANA CAMPIONATO SERIE C 2017-2018

1^ giornata CATANZARO-CASERTANA 2-1 Reti: 25′ Cunzi (Cat), 31′ Falcone (Cat), 52′ Alfageme (Cas)

2^ giornata CASERTANA-CATANIA 1-0 Rete: 78′ De Marco (Cas)

3^ giornata FIDELIS ANDRIA-CASERTANA 1-1 Reti: 11′ Barisic (A), 85′ Alfageme (C)

4^ giornata RIPOSA CASERTANA

5^ giornata CASERTANA-AKRAGAS 0-1 Rete: 41′ Longo (A)

6^ giornata TRAPANI-CASERTANA 2-1 Reti: 3′ Alfageme (C), 63′ Minelli (T) 92′ Reginaldo (T)

7^ giornata CASERTANA-VIRTUS FRANCAVILLA 0-2 Rete: 33′ Agostine (VF), 61′ Saraniti (VF)

8^ giornata COSENZA-CASERTANA 0-3 Reti: 11′ Alfageme (Ca), 40′ Galli (Ca), 81′ Carriero (Ca)

9^ giornata CASERTANA-MONOPOLI 0-3 Reti: 60′ Genchi (M), 75′ Sounas (M), 81′ Sarao (M)

10^ giornata CASERTANA-SIRACUSA 0-1 Rete: 71′ Scardina (S)

11^ giornata RACING FONDI-CASERTANA 0-0

12^ giornata CASERTANA-REGGINA 0-0

13^ giornata LECCE-CASERTANA 2-1 Reti: 53′ Di Piazza (L), 82′ Galli (C), 87′ Riccardi (L)

14^ giornata CASERTANA-PAGANESE 2-0 Reti: 46′ Alfageme (C), 55′ Carriero (C), 77′ Marotta (C)

15^ giornata SICULA LEONZIO-CASERTANA 1-1 Reti: 78′ Bollino (SL), 87′ Padovan (C)

16^ giornata CASERTANA-RENDE 0-0

17^ giornata JUVE STABIA-CASERTANA 2-2 Reti: 40′ Alfageme (C), 53′ Espeto (JS), 69′ Lisi (JS), 77′ Alfageme (C)

18^ giornata CASERTANA-BISCEGLIE 0-1 Rete: 44′ Jovanovic (B, rig.)
PRECEDENTI MATERA-CASERTANA

1956-57 Matera-Casertana 1-1; 0-3
1968-69 Matera-Casertana 0-0; 0-4
1969-70 Matera-Casertana 2-0; 1-1
1971-72 Matera-Casertana 0-1; 0-3
1972-73 Matera-Casertana 2-2; 1-3
1973-74 Matera-Casertana 0-0; 1-3
1974-75 Matera-Casertana 0-0; 0-0
1996-97 Matera-Casertana 2-1; 0-1
2003-04 Matera-Casertana 0-0; 0-0
2009-10 Matera-Casertana 0-0; 0-1
2012-13 Matera-Casertana 0-0 (3-4 dcr)
2015-16 Casertana-Matera 0-0; 1-2
2016-17 Matera-Casertana 4-2; 1-3

ROSA CASERTANA 2017-2018

Portieri: Cardelli (Pisa), Gragnaniello, Fontanelli, Benassi (Lecce), Avella (Avellino)

Difensori: Lorenzini, Rainone, Polak (Slovan Liberec), Forte (Pescara), Ferrara, D’Anna (Cosenza), Donnarumma (Juve Stabia), Galli (Crotone), Finizio, Petricciuolo

Centrocampisti: De Rose (Matera), Carriero, De Marco, Rajcic, Cigliano (Aversa Normanna), Santoro, Colli (Bologna)

Attaccanti: Turchetta (Lecce), Marotta (Juve Stabia), Alfageme (Padova), Tripicchio (Crotone), Minale, Padovan (Juventus)

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/sport/

Leggi l’articolo originale: Serie C girone C, 19^ giornata: Matera-Casertana preview. Arbitro Natilla di Molfetta

ln-logo

Picerno, mancato aggancio ai play-off

Dopo la giornata i riposo di ieri, riprenderanno questa mattina gli allenamenti del Picerno per affrontare l’ultimo impegno del 2017 che vedrà i melandrini andare a rendere visita al Cerignola. Non parteciperà alla doppia seduta odierna, l’attaccante brasiliano Sergio Cruz che da ieri è stato liberato dalla società e che è libero di accasarsi altrove dopo 13 presenze e 2 gol con la maglia rossoblu contro Pomigliano (seconda giornata) e Frattese (terza giornata). Su di lui ci sarebbero un paio di formazioni di Lega Pro. Il resto della truppa agli ordini del tecnico Pasquale Arleo, dovrà capire ed analizzare il perché della inaspettata sconfitta interna contro la Sarnese. Un ko che ha lasciato delusione e tanto amaro in bocca nell’ambiente rossoblu per come è arrivata. Un ko che poteva essere evitato e che avrebbe regalato al Picerno una classifica migliore: con una vittoria o anche solamente con un pareggio, i rossoblu avrebbero raggiunto o superato il Taranto al quinto posto della graduatoria.

Approfondimenti nell’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”.

Fonte: http://www.nuovadelsud.it/sport.html

Leggi l’articolo originale: Picerno, mancato aggancio ai play-off

ln-logo

Volley femminile, l’Olimpia fa 5 su 5

Continua la marcia dell’Olimpia Volley Melfi, che nell’Interregionale Open CSI, fa 5 su 5 e guida la classifica a punteggio pieno.
Il 15esimo punto per le ragazze di mister Vincenzo Pontolillo è arrivato domenica scorsa, grazie al 3 a 0 maturato ad Angri, dove, con una temperatura non proprio delle migliori, Aurora…

Fonte: http://www.melfilive.it/sport/

Leggi l’articolo originale: Volley femminile, l’Olimpia fa 5 su 5

ln-logo

Serie C girone C, rallentano Lecce, Trapani e Catania. Matera sfiora il “clamoroso al Cibali”. Report di Pippo Franzò

catania-matera (8)

Giornata interlocutoria nella zona alta della classifica con i pareggi di Lecce sul campo della Paganese, del Trapani a Monopoli e del Catania in casa contro un rigenerato Matera. Di seguito il report sulla 18^ giornata a cura di Pippo Franzò
CATANIA – MATERA 1 – 1 Partita clou della penultima giornata nel girone C tra Catania e Matera. Una gara che se vinta dal Catania poteva rilanciarsi alle spalle dei salentini, mettendosi a -1. Per il Matera invece una gara difficile da giocare non tanto dal punto di vista tattico, ma per le troppe assenze. I giocatori rimasti a casa sono: i difensori Di Sabadino, Stendardo e Mattera, l’esterno Angelo, l’esterno d’attacco Battista, e il centrocampista Maciucca, assente da molto tempo. Il tecnico siciliano al Massimino gioca con quattro under, e modifica il suo modulo tattico in 4-3-3 ma non certo il suo gioco, che alla fine risulterà di gran lunga superiore a quello di un Catania che si affida all’esperienza del reparto difensivo, e alle individualità di alcuni giocatori in avanti. Il Matera ha dato sfoggio a gioco collettivo in maniera impeccabile, rimanendo per buona parte della gara padrone del gioco e della palla, sfruttando bene le prodezze di Strambelli, e l’incisività di Casoli, oltre all’inventiva di Giovinco, che tra l’altro ha colpito una traversa. Si chiude la prima parte della gara con qualche contestazione da parte dei locali. Nella ripresa al 57’ gli ospiti passano in vantaggio con Sartore che mette la sfera sul primo palo con Pisseri non esente da colpe. Il Matera va alla ricerca della seconda rete, ma non si concretizza anche mera sfortuna, visto che la punizione di Giovinco si stampa sul palo. Al 71’ il Catania perviene al pareggio con Curiale che riesce a sfruttare un pasticcio difensivo dei lucani. La gara si gioca con capovolgimenti di fronte nella speranza che arrivi il gol del successo da una delle due squadre. Dopo ben sette minuti di recupero il signor Perotti di Legnano chiude l’incontro con la divisione dei punti. IL Catania alla fine si lamenta per un gol in fuori gioco segnalato dal collaboratore di linea con qualche attimo di ritardo. Le immagini viste danno la sensazione che l’attaccante rosso azzurro stesse in linea con i difensori del Matera. Chiaro che il collaboratore di linea si è assunto tutta la responsabilità nell’alzare la bandierina, inducendo l’arbitro ad annullare la rete. A prescindere dalla rete regolare o no, il Catania perde gli appuntamenti importanti per avvicinarsi alla vetta, prima con il Trapani, poco gioco e troppe contestazioni verso l’arbitro. Una squadra che ha la pretesa di vincere il campionato deve costruire non una ma 5/7 palle gol attraverso il gioco, e non aggrapparsi a degli episodi che alla fine non portano niente.
Il Matera si è dimostrato di essere una squadra importante nel suo organico, e di avere dei giovani interessanti, capaci di esaltarsi ed esaltare il gioco di Auteri.
PAGANESE – LECCE 1 – 1 Brutta partita del Lecce in quel di Pagani che riesce a strappare un pareggio, dopo una gara comandata da un’ottima Paganese. Il Lecce di Liverani sembra avere messo il freno a mano, poiché nelle ultime tre giornate (compreso il turno di riposo ) ha collezionato soltanto due punti, pareggiando con Fondi ed oggi a Pagani. La gara è stata bene interpretata dei ragazzi di Favo che hanno giocato con ordine, mettendo spesse volte in difficoltà il più quotato avversario. Il centrocampo nero stellato ha avuto il dominio della sfera su quello leccese, e molte azione pericolose sono proprio partite dalle fasce esterne dei padroni di casa. Il gol per la Paganese arriva quasi subito, al 6’ con Cesaretti che lascia sul posto il diretto avversario e fulmina l’incolpevole Perucchini, su un ottimo servizio dalla destra di Talamo. La reazione dei giallorossi è confusionaria e non proprio incisiva, solo un tiro di potenza dalla lunga distanza da Torremino, che costringe Gomis ad una respinta in tuffo. La ripresa si apre all’insegna sempre dei padroni di casa che con Talamo al 1’ da buona posizione tira alto sopra la traversa. Al 60’ arriva il pareggio per il Lecce da una palla inattiva. Angolo di Arrigoni e colpo di testa vincente di Armellino. Si gioca in modo aperto, e sia il Lecce che la Paganese hanno due occasioni per portarsi in vantaggio ma senza esito positivo. I portieri fanno il miracolo, e salvano la propria rete. Prima ci pensa Perucchini al 68’ sempre su Cesaretti che da pochi passi respinge il tiro indirizzato a rete. Nei titoli di coda è Gomis che salva il risultato su una gran girata di Di Piazza. A fine gara i tifosi leccesi contestano la propria squadra, mentre i tifosi locali applaudono la loro squadra visto la prestazione di carattere fornita che lascia ben sperare per la salvezza.
MONOPOLI – TRAPANI 0 – 0 Un pareggio che serve ben poco alle due squadre, anche se per motivazioni diverse. Al Monopoli dopo cinque sconfitte consecutive arriva questo pareggio in casa che mette sulla graticola il futuro del tecnico Tangorra alla guida della squadra. Si fanno già i primi nomi, il più accreditato sembra essere Giuseppe Scienza, ex Chiasso. In settimana ci sarà il comunicato della società se continuare sempre con l’ex tecnico giovanili del Bari oppure destituirlo. Il Trapani poteva avvicinarsi molto di più al Lecce se avesse vinto la partita. Il pareggio lascia tutto inalterato, rinviando a tempi migliori un aggancio alla vetta. La gara non è stata certo di quella che ha coinvolto i tifosi per azioni esaltanti. È stata una gara dove si è giocato molto a centrocampo con poche azioni sotto porta da entrambe le squadre. L’unico brivido, se cosi vogliamo chiamarlo, è stato un tiro di Murano ( ex di turno ) che da distanza ravvicinata è stato sventato dall’ottimo Bifulco.
SIRACUSA – JUVE STABIA 0 – 0 Feste sugli spalti del “ Nicola De Simone “ per la gara dell’anno con i tifosi azzurri e quelli della Juve Stabia gemellati da oltre 38 anni nel ricordo di Nicola De Simone, stabiese ed ex giocatore del Siracusa. In campo le due squadre hanno giocato un calcio pulito e libero con qualche azione interessante per passare in vantaggio sia l’una che l’altra squadra. Al 22’ l’azione di Catania che avrebbe potuto portare gli azzurri in vantaggio ma Branduani ci mette una pezza ed evita la capitolazione. Si gioca molto a centrocampo, e negli affondi si manca di precisione. Nel finale avrebbe potuto segnare con Calò per le vespe dalla lunga distanza, il suo tiro timbra la traversa. Un finale ad occhiali che accontenta entrambe le squadre, e sugli spalti continua la festa tra le due tifoserie.

COSENZA – FRANCAVILLA 4 – 1 Il Cosenza di Braglia inizia a raccogliere bene, proprio contro una forte squadra come il Francavilla. Non è stato semplice sovvertire il pronostico ed il punteggio iniziale che dava il Francavilla al 17’ in vantaggio su gol del siciliano Madonia. Per ribaltare risultato e gioco i lupi della Sila si sono dovuti affidare al ghanese Baclet che con una tripletta ed un assist a Tutino ha steso i pugliesi di mister D’Agostino. Un’ottima gara che li fa risalire in classifica, e li porta ad una manciata di punti dai play-off. Il Francavilla pur uscendo dal San Vito – Marulla sconfitto pesantemente, rimane saldamente al quinto posto affiancato dal Rende.
RACING FONDI – AKRAGAS 3 – 0 Alla fine vince il Fondi con un rotondo tre a zero ma non è stata un’Akragas arrendevole, anzi per tutta la prima parte dell’incontro è riuscita a ribattere colpo su colpo, poi Danese e Gjuci per i siciliani hanno sprecato malamente i gol del vantaggio ed ecco che Corvia ha cambiato le sorti della gara andando a mettere a segno, nel giro di 18’, due reti che hanno messo KO la squadra allenata da Di Napoli, e poi a pochi minuti dalla fine ha dato l’assist a Corticchia la palla del 3 a 0 finale. Continua l’escalation del Fondi verso quartieri tranquilli in classifica, mentre per l’Akragas si profila un girone di ritorno peggio dell’Inferno dantesco.

FIDELIS ANDRIA – RENDE 3 – 1 L’Andria vince in casa ed ottiene il primo successo casalingo quasi al giro di boa. La gara non è stata tra le più facili poiché il Rende era passato in vantaggio al 20’ con Ricciardo che con un bel diagonale fa fuori Maurantonio. Nei minuti finali del primo tempo è Scaringella, al suo settimo sigillo, che sfrutta un errato passaggio di un difensore del Rende. Il pareggio trasforma la squadra di Papagni che nella seconda parte della gara comanda la gara e realizza altri due reti. Al 65’ Tiritello porta in vantaggio i padroni di casa con un bel colpo di testa. Al 72’ chiude il conto Esposito che segna su perfetto invito di Nadarevic.
CASERTANA – BISCEGLIE – Il Bisceglie fa il colpaccio a Caserta e porta via i tre punti importanti per la classifica. La Casertana in casa continua a perdere ( si è arrivati alla quinta sconfitta casalinga) e i tifosi a fine gara hanno contestato duramente il D.S. Martone. La Casertana nella prima parte della gara le ha tentate tutte per perforare la rete difesa da Crispino ( nato a Caserta ) è riuscito in almeno tre volte a salvare la propria porta dalla capitolazione con interventi strepitosi. Sul finire del primo tempo il signor Santoro di Messina assegna un rigore al Bisceglie per fallo di D’Anna su Montinaro. Batte il croato Jovanovic e porta in vantaggio i neroazzurri. Nella ripresa controllano bene i ragazzi di Zavettieri la gara, e portano a casa una vittoria importante.
REGGINA – SICULA LEONZIO 0 – 3 La Leonzio cambia tecnico, da Rigoli a Diana, e bianconeri si trasformano come per incanto. Un secco tre a zero che non lascia nessuna attenuante alla Reggina di Maurizi nonostante i tre legni colpiti durante la gara. I granata nelle ultime 6 gare hanno raccolto soltanto due punti, e con la secca sconfitta di oggi sono entrati in piena crisi. Sono a tre punti dai play-out. La Leonzio sembra rinata a miglior vita, dopo sette gare ritorna alla vittoria convincendo un po’ tutto l’entourage. Passa in vantaggio La Sicula Leonzio al 14’ su rigore battuto e realizzato da Bollino. La Reggina sciupa il pareggio ed arriva invece la seconda rete al 39’ con D’Angelo che approfitta di uno scivolone di Solerio per mettere a segno il secondo gol. Nel secondo tempo al 65’ è sempre il centrocampista palermitano a siglare la terza rete per la propria squadre e la sua doppietta personale. Neppure il tempo di festeggiare, e già domenica incalza il derby con il Siracusa sul campo Angelo Massimino di Catania.

Ha riposato il Catanzaro.

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/sport/

Leggi l’articolo originale: Serie C girone C, rallentano Lecce, Trapani e Catania. Matera sfiora il “clamoroso al Cibali”. Report di Pippo Franzò

ln-logo

Tennis, la piccola Elena è la numero uno lucana

Elena Francese, melfitana, classe 2008, si e’ aggiudicata il
Trofeo egoitaliano che ha avuto la sua tappa finale in quel di Matera presso lo
sporting club. Al termine di tre tappe, le migliori 4 della categoria si sono
affrontate nel circuito finale. Alla fine ha prevalso la piccola Elena, numero
uno lucana under 10 che ha superato,…

Fonte: http://www.melfilive.it/sport/

Leggi l’articolo originale: Tennis, la piccola Elena è la numero uno lucana

ln-logo

Serie C girone C, 18^ giornata: Matera audace a Catania. Le pagelle di Tommaso Tacardi

catania-matera (3)

Il Matera fa un figurone a Catania e torna via dal Cibali con un punto prezioso dopo aver accarezzato anche il sogno di portar via l’intera posta in palio. Di seguito le pagelle sulla prestazione dei biancoazzurri di Tommaso Taccardi.

Tonti 6,5. Sempre attento. Non sembra affatto un dodicesimo, bene tra i pali, bene nelle uscite e bene con i piedi. Rompe il ghiaccio con la buona parata su Curiale al 5′, alla sua destra, in presa bassa.

Salandria 6,5. Imbarazzante, quando con la complicità di Sernicola, si fa saltare da Di Grazia nell’occasione del gol annullato a Curiale. Si rifà nei restanti minuti giocati con spirito di sacrificio e tanta corsa. Giocatore utile in tutti i reparti.
Scognamillo 6,5. Superba prova difensiva, “francobolla” chiunque passi dalle sue parti. Difensore dalle prospettive importanti alla faccia degli scettici di inizio stagione!
De Franco 5. Prova deludente del veterano Materano. Pesa, su di lu (un voto in meno), la frittata fatta, con la complicità di De Falco, in occasione del pareggio etneo. Nell’occasione del gol annullato a Curiale appare in colpevole ritardo. Sottotono.
Sernicola 6,5. Come Salandria in avvio. Viene schierato in campo con più compiti di copertura ma non disdegna gli inserimenti lungo l’out destro. Giocatore con prospettive importanti.
Casoli 7 Il solito affidabile Jolly della squadra. Impiegato sulla linea di centrocampo offre il suo solito e concreto contributo con corsa e sacrificio. Bene nell’aiutare Scognamillo in copertura, arriva anche alla conclusione fallendo il bersaglio.
Urso 6,5 Si batte bene nella zona nevralgica del campo. Fa sentire la sua presenza sia in fase di pressing che in fase di sostegno alla manovra. Nell’occasione del gol del pareggio, il suo ripiegamento, è un po’ infelice.
De Falco 5,5. La sua sarebbe stata una buona prova nonostante qualche errore in fase di fraseggio. Una sola conclusione verso lo specchio della porta al 28′. Rovina la sua gara con una sciagurata gestione della palla, con la complicità di De Franco, che ci costa la rete del pareggio.
Giovinco 6. Buona la sua gara, in crescendo rispetto alle apparizioni precedenti. Si muove lungo tutto il fronte di attacco giocando spesso tra le linee. Si divora una rete su traversone di Casoli nel primo tempo e colpisce un palo con un magistrale calcio di punizione da posizione diffificile. Dal 72′ Dugandzic (SV)
Strambelli 8. Il vero mattatore della serata. Sempre nel vivo del gioco, l’unico che cerca di concludere e l’unico trascinatore in campo. Il suggerimento per il gol di Sartore è suo. Vero spauracchio della difesa Etnea, oltre ad illuminare le azioni di attacco biancazzurre, fa registrare conclusioni insidiose al 36′, al 46′ al 49′ e al 79′. Dall’88’ Maimone (SV)
Sartore. 7. Impiegato dal 1′ in una serata fredda non delude le attese di chi ha creduto in lui. La sua velocità mette in difficoltà la difesa siciliano, illuminato da Strambelli delizia la platea con un bel tiro/gol fatto con la punta del piede e che beffa il pur bravo Pisseri sul suo angolo destro. Dal 66′ Corado (6).
Auteri 7. Nella sua Sicilia, a Catania, fa una gran bella figura. Prepara la partita in maniera egregia. C’era scetticismo nel non veder schierato in campo Buschiazzo che, ultimamente, non aveva deluso. Ha sorpreso quando ha schierato Sartore dall’inizio ed è stato premiato. La sua squadra corre a ritmi alti fin oltre il novantesimo. Buona personalità messa in campo dai suoi uomini al “Massimino”. Valore aggiunto.

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/sport/

Leggi l’articolo originale: Serie C girone C, 18^ giornata: Matera audace a Catania. Le pagelle di Tommaso Tacardi

ln-logo

Volley Club Melfi a punteggio pieno

I gialloverdi vincono la seconda gara di campionato in casa dell’Erre Volley Matera con un secco 3 a 0 (16-25, 13-25, 10-25).
Chiara, ancora una volta, l’indicazione del direttore tecnico Michele Drago. Inserire in cabina di regia per tutti e tre i set il giovane regista Allegretti al posto di Vito Luisi…

Fonte: http://www.melfilive.it/sport/

Leggi l’articolo originale: Volley Club Melfi a punteggio pieno

ln-logo

Serie C: Al Massimino, finisce in parità 1-1 tra Catania e Matera

CATANIA-MATERA 1-1 

Catania (4-3-3): Pisseri , Esposito , Aya , Bogdan, Marchese,  Caccetta , Lodi , Mazzarani , Russotto , Curiale , Di Grazia  A disp.: Martínez, Lovrić, Manneh, Biagianti, Bucolo, Correia. All.: C. Lucarelli
Matera (4-3-3): Tonti, Salandria , Scognamillo , De Franco , Sernicola ; Casoli , De Falco, Urso , Strambelli , Giovinco , Sartore  A disp.: Golubović, Mittica, Buschiazzo, Corado, Dammacco. All. Auteri

Arbitro: Pierantonio di Legnano.
Marcatori: 58′ Sartore (M), 71′ Curiale (C).

Al Massimino di Catania, una gara avvincente e equilibrata tra il Catania ed il  Matera si conclude  in parità.  Siciliani e materani si affrontano a viso aperto fin dalle prime battute di gioco, creando una serie di palle gol , sventate in extremis dalle rispettive retroguardie. Il team siciliano , attualmente posizionato al secondo posto in classifica, subisce al  58′, la rete del vantaggio bianczzurro, grazie a Sartore che salta agevolmente Esposito, e beffa Pisseri sul primo palo. Gli uomini di Lucarelli si proiettano con rabbia in area ospite, alla ricerca del pareggiio che giunge al 71′, grazie ad una disattenzione della retroguardia biancazzurra dal limite dell’aria  che permette a Curiale di battere imparabilmente l’estremo materano  Tonti.

Al termine della gara sono stati denunciati 33 tifosi biancazzurri  earrestato un ultra del Matera, trovati in possesso sui rispettivi bus  di 52 bombe carta e di 10 mazze da baseball.

L’articolo Serie C: Al Massimino, finisce in parità 1-1 tra Catania e Matera proviene da Oltre Free Press – Quotidiano di Notizie Gratuite.

Fonte: http://www.oltrefreepress.com/category/sport/basilicata-sport/

Leggi l’articolo originale: Serie C: Al Massimino, finisce in parità 1-1 tra Catania e Matera

ln-logo

Ultrà Matera arrestato e 33 denunciati

 

Cinquantadue bombe carta, 10 mazze di ferro e 4 da baseball, martelli ed 1 noccoliera, oltre a due tre bombe carte artigianali due a fontana e sette fumogeni sono stati sequestrati ieri dalla Digos di Catania durante le perquisizioni eseguite nei confronti dei 50 tifosi del Matera e dei due bus sui quali viaggiavano per assistere alla partita di calcio allo stadio Massimino valida per il torneo di Lega Pro. Il materiale è stato sequestrato e un ultrà del Matera, M. P., di 35 anni, è stato arrestato. Altri 33 sono stati denunciati in stato di libertà. Tutti sono stati identificati e fotosegnalati. Il questore di Catania, Giuseppe Gualtieri, che aveva predisposto il piano di controlli della Digos etnea, procederà anche con i Daspo. 

 

 

 

 

Fonte: http://www.basilicatanotizie.net/sport/

Leggi l’articolo originale: Ultrà Matera arrestato e 33 denunciati

ln-logo

Basket Serie B, Olimpia Matera travolge Recanati all’overtime

Davanti a un pubblico amico numeroso – che ha sostenuto attivamente i propri beniamini in ogni momento – ha vinto e convinto l’Olimpia Basket di Matera, nel difficile confronto con Recanati – domenica 10 dicembre 2017 – valido per la tredicesima giornata del girone C di andata del Campionato Nazionale di Serie B “Old Wild West”. Un avversario ostico e mai domo, giunto nella città dei Sassi con il chiaro obiettivo di prolungare la fuga al secondo posto della classifica, non è riuscito ad avere ragione dei materani nei tempi regolamentari (conclusi con il risultato di 76 pari); è stato, pertanto, necessario un tempo supplementare, segnato da una robusta prestazione dell’Olimpia, che – con il punteggio finale di 96 a 86 – ha avuto ragione degli ospiti in modo convincente e – soprattutto – promettente per il futuro del campionato.
E’ soddisfatto il coach di Matera, Giovanni Putignano: “Dopo l’incidente di percorso di Senigallia (con una sconfitta all’ultimo istante), non ci siamo abbattuti. Questa squadra è tosta, avevamo bisogno di capitalizzare questa partita casalinga, nonostante le nostre difficoltà. Abbiamo subito soltanto la pressione nel terzo quarto, i nostri avversari hanno infilato alcuni tiri importanti, ma la nostra forza mentale è sempre elevata e non ci siamo scoraggiati. Se è vero che i possessi più importanti si giocano negli ultimi minuti, ora sappiamo che siamo in grado di gestire il match anche nell’overtime. Dobbiamo rimetterci subito in sesto, e continuare ad accumulare i nostri punti tra le mura amiche: è fondamentale per il proseguimento del campionato. Abbiamo lavorato tanto per ottenere una lucidità continua, il risultato ci aiuta a superare tutte le difficoltà.” Il coach ha dedicato la vittoria a suo figlio Matteo, che ha compiuto quindici anni e non ha potuto assistere alla partita.
Tra gli score personali più rilevanti, figurano i 32 punti di Migliori (che aveva saltato l’ultimo turno in trasferta),  21 di Ravazzani (che continua a mietere doppie doppie, con 17 rimbalzi in questa partita),  13 di Battistini e 12 di Ochoa. Da segnalare, inoltre, i 21 assist di Dimarco. Ma l’impressione più incoraggiante è che tutti i giocatori impegnati nella partita abbiano risposto egregiamente all’appello, fornendo un valido contributo per la costruzione della vittoria casalinga; commenta ancora il coach: “La squadra ha una chimica importante, dobbiamo solo continuare a lavorare in questa direzione.”
Il capitano dell’Olimpia, Nacho Ochoa, analizza lucidamente la storia del match: “E’ stata una grande partita,  contro una delle migliori squadre del girone; eravamo reduci da una sconfitta e dovevamo onorare un palazzetto pieno di entusiasmo, avevamo voglia di toglierci questa soddisfazione. Questa squadra mi piace tanto, dopo un inizio incerto abbiamo dimostrato che ci teniamo, ci piace lavorare; è un impegno di tutti i giorni che costa fatica, ma tutti vogliamo lo stesso obiettivo. Il campionato è lungo, la classifica è corta, e vogliamo rimanere aggrappati per continuare a salire, non si può mollare perché tutte le domeniche sono difficili. E’ una vittoria che meritavamo, dopo la partita del turno infrasettimanale eravamo rimasti male, avremmo potuto avvilirci ma siamo stati bravissimi nel produrre una giusta reazione, ci siamo caricati e questa vittoria è di tutti noi.”
Il vicepresidente della società sportiva, Rocco Luigi Sassone, ha espresso soddisfazione per il risultato conseguito: “Cuore, determinazione e passione sono stati gli ingredienti di questa vittoria. Tutti sono stati fantastici, la squadra è quella che vogliamo, che raggiunge gli obiettivi e ci diverte. Grande pubblico e onore agli avversari. L’Olimpia c’è, è un processo inesorabile di crescita e siamo sicuri che faremo ancora meglio.”
Gli altri incontri della giornata hanno registrato le vittorie casalinghe di Pescara su Senigallia (82-77), Campli su Ortona (73-47), San Severo su Civitanova Marche (87-77) e Cerignola su Fabriano (72-64). Fattore campo ininfluente, invece, per le affermazioni esterne di Teramo su Nardò (76-78), Giulianova su Porto Sant’Elpidio (60-69) e Bisceglie su Perugia (77-94). Al termine di questa giornata, la formazione materana riprende il terzo posto in classifica con 14 punti,  insieme a Senigallia, Civitanova Marche, Teramo e Porto Sant’Elpidio. Due scalini più sopra, si trovano Campli, Pescara e Recanati, mentre al primo posto viaggia ancora a pieni punti (26) San Severo. Alle spalle dell’Olimpia, a 12 punti, figurano Giulianova e Bisceglie; seguono Cerignola e Nardò a 10, Fabriano a 8, chiudono Perugia e Ortona a 6.
“Domenica ci aspetta al Palasassi un’altra partita difficilissima contro Campli” – conclude Ochoa – “è una squadra che sta su in classifica, dobbiamo lavorare tutta la settimana per perfezionare le cose che facciamo bene e correggere gli errori e cercare di imporre ancora il nostro gioco.”

L’articolo Basket Serie B, Olimpia Matera travolge Recanati all’overtime proviene da Oltre Free Press – Quotidiano di Notizie Gratuite.

Fonte: http://www.oltrefreepress.com/category/sport/basilicata-sport/

Leggi l’articolo originale: Basket Serie B, Olimpia Matera travolge Recanati all’overtime

ln-logo

Pagina 1 di 73512345Successivo ›Ultimo »