"Matera in musica", comincia il count down. Le Div4s aprono la stagione al Gervasio con l'orchestra Magna Grecia

MATERA- Dalla lirica al pop. Una rivisitazione di brani di grande popolarità, sia italiani che internazionali, riproposti in veste classico-operistica con la voce di quattro soprani, le Div4s, accompagnate sul palco dall’Orchestra Ico Magna Grecia diretta da Piero Romano.

Fonte: http://www.nuovadelsud.it/cultura.html

Leggi l’articolo originale: "Matera in musica", comincia il count down. Le Div4s aprono la stagione al Gervasio con l'orchestra Magna Grecia

ln-logo

Programma attività 2017-2018 Associazione incisori Grafica di via sette dolori di Matera

rizzelli

L’Associazione Incisori Grafica di Via Sette Dolori Matera, nata nel 1976, è autogestita; nellaboratorio si sono tenuti corsi di tutte le tecniche calcografiche, anche quelle sperimentali come la collografia e il metodo Hayter, corsi diretti da esimi maestri (Strazza, Napoleone, Willburger, Assadour, Bruno, Saunier, Bindella, Chen Shu Lin, Hong Yun Joo, Bartolomeoli), ed stato punto di incontro con artisti come Maccari, Consagra, Perilli, Scialoja, Treccani, Azuma.
L’Associazione per continuare a sostenere Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019, vuole offrire il proprio contributo perché un numero sempre crescente di persone possano conoscere la nostra città, la sua struttura urbanistica e architettonica unica al mondo, la sua storia e le sue vicissitudini, i suoi “contenitori” culturali (il Museo Archeologico Nazionale “Ridola”, il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata , il Museo della Scultura Contemporanea MUSMA, il Parco della Murgia – con più di cento chiese rupestri affrescate, la Cattedrale romanica e le chiese seicentesche) e la sua produzione culturale, compresa quella gastronomica.
Per questi motivi “La Grafica di Via Sette Dolori” intende realizzare per il nuovo anno associativo che va da settembre 2014 ad agosto 2015, il seguente programma oltre alle consuete attività di didattica e di laboratorio per gli artisti:
– Corso per stampatori di grafica d’arte. Questo corso potrebbe contribuire a creare una professione e offrire sbocchi di lavoro in Italia e all’estero.
– Corso di tecniche dirette. Un corso di alta specializzazione che sarà diretto da un’artista affermato la cui presenza, invoglierà molti artisti provenienti da tutta Italia a lavorare intensamente nel nostro laboratorio e, soggiornando in città, avranno il tempo per conoscere le nostre abitudini, la nostra storia e la nostra cultura da riportare nelle città di provenienza come esperienze creative;
– Corso per la fabbricazione della carta per artisti. Tale conoscenza segna una fase importante nella produzione perché ogni artista ritiene molto importante avere una carta fatta a mano, artigianalmente, con caratteristiche particolari che soddisfino le esigenze personali. Anche questo corso potrebbe, nel presente momento di crisi, contribuire a offrire sbocchi di lavoro, soprattutto giovanile, perché il bacino di utenza potrebbe essere rappresentato da molti artisti che sentono forte la necessità di avere per i propri lavori, una carta personalizzata e non quella comune, commerciale con caratteristiche standard;
– Scuola di disegno che ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti, attraverso una didattica eminentemente pratica, la conoscenza delle tecniche del disegno, della pittura e della grafica artistica, percorrendo i grandi temi dell’arte figurativa; di stimolare la passione per le forme; di riscoprire periodi e grandi personaggi della storia dell’arte; di accendere o risvegliare la creatività; di insegnare a coltivare la propria sensibilità.
In una fase più avanzata il corso si svilupperà con esercitazioni dal vivo, di figura (Disegno Anatomico) per lo studio approfondito della figura umana a partire dallo schizzo fino ad arrivare alla fedele riproduzione della figura umana, impadronendosi del disegno a mano libera e della perfetta conoscenza delle proporzioni e della muscolatura del corpo umano. Il terzo ha lo scopo di fornire le basi per la ricerca di uno stile personale utilizzando studi e tecniche apprese e approfondendo le tecniche pittoriche in particolare l’acquerello e la pittura ad olio
E’ già iniziato il laboratorio di calcografia e xilografia aperto a tutti quanti hanno voglia di sperimentare tali tecniche. La frequenza è prevista nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 16,00 alle ore 20,00 seguendo il calendario scolastico. I Maestri della Grafica sono a disposizione gratuitamente per seguire singolarmente gli interessati: allievi singoli, studenti delle scuole superiori non solo materane ma anche dei paesi viciniori. Inoltre sono in programma, come negli anni trascorsi, stage di laboratorio con studenti e artisti provenienti da altri stati.

Contatti

Associazione Incisori Grafica di Via Sette Dolori
Via Sette Dolori, 7 – 75100 Matera, Italy

Mail: graficavia7dolori@tiscali.it

https://www.facebook.com/GraficaDiViaSetteDolori
http://graficaviasettedolori.blogspot.it/

Vittorio Manno (manno.vittorio@tiscali.it)
tel. 0835261471 cell.3478032495

Angelo Rizzelli tel. 0835 382513 cell.3286310675

Daniela Cataldi (danielacataldi@yahoo.it) cell.3203926454

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Programma attività 2017-2018 Associazione incisori Grafica di via sette dolori di Matera

ln-logo

Concerto in ricordo dello scultore giapponese Kengiro Azuma nella chiesa della Madonna del Carmine di Matera: report e foto

concerto (2)

Chiesa della Madonna del Carmine gremita per il concerto in ricordo del grande scultore giapponese Kengiro Azuma. Un progetto, ideato e promosso dal Polo Museale della Basilicata e realizzato dal LAMS (Laboratorio Arte Musica e Spettacolo) e condiviso dalla Regione Basilicata, che acquisì la Grande Goccia MU 675 G, esposta davanti la facciata di Palazzo Lanfranchi, nome che ha ispirato il titolo della concerto, dal Comune di Matera, dalla Fondazione Matera–Basilicata 2019, dal Conservatorio di Musica E. R. Duni e dal Circolo Culturale la Scaletta che dedicò ad Azuma l’edizione del 2010 delle Grandi Mostre nei Sassi  curate da Giuseppe Appella.

In programma il concerto MU 765 G per voce recitante, coro femminile e orchestra con testi del monaco vietnamita Thich Nhath Hanh, tratti dal volume Canti e recitazioni di Plum Village, Nobile Editore, Ottobre 2000] e due poesie di Kengiro Azuma dedicate alla Città dei Sassi, gentilmente messe a disposizione dal Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri.

La partitura, che comprende i brani “Rupestria”, “Onde Theta” e “Canto per Azuma. Sono Vita senza confini”, è stata composta dal maestro di origini lucane Damiano D’Ambrosio per l’anniversario della morte di Azuma avvenuta il 15 ottobre dello scorso anno a Milano.

Il concerto ha fatto registrare la presenza dell’attore Emilio Andrisani di Hermes teatro laboratorio, del Coro femminile “Juvenes Cantores”, Maestro del coro Luigi Leo e dell’Orchestra di Matera della Basilicata diretta dal Maestro Giovanni Pompeo.

Di seguito le curiosità sulle partiture scritte e commentate dal Maestro Damiano D’Ambrosio.

Rupestria [per orchestra]
«La partitura vuole essere un omaggio alla Città dei Sassi e all’antica civiltà rupestre abbarbicatasi nell’habitat murgiano. Latentia sono i luoghi nascosti della geografia e della memoria, anfratti, terrazze e strapiombi dove giunge l’eco dei rintocchi sommessi di una campanella, che chiama alla meditazione gli eremiti delle chiese rupestri. La Canzone murgiana cita un’antica melodia pastorale sostenuta dal ritmo dei campanacci delle greggi. Due Ramarri dalla gola azzurra sostano assorti sul muretto a secco di un orto preparandosi al rito della lotta per l’accoppiamento. Da lontano giunge l’eco di un Ballo del vicinato che invita ai corteggiamenti».

Onde Theta [per voce recitante e orchestra]
«Ho voluto sostenere questi brevi versi del Maestro Azuma, di una semplicità e profondità impressionante, utilizzando i semplici suoni diatonici della cosiddetta scala naturale, senza coartarli in relazioni rigide, ma facendoli passeggiare liberamente nel loro interessere».

Sono Vita senza confini [per voce recitante, coro femminile e orchestra]
«E’ uno spazio sonoro in cui si collocano e danzano preghiere e recitazioni della tradizione buddhista vietnamita, raccolte e redatte dal monaco Tich Nath Hanh. Un luogo dove semplici suggestioni minimaliste si intrecciano con severe sequenze gregoriane. Un luogo sonoro dove i concetti di nascita e morte, forma e vuoto,  risveglio e presenza mentale vogliono richiamare pensieri e considerazioni dello scultore giapponese Kengiro Azuma, che ha coniugato ricerca artistica e meditazione profonda. E l’allegro e spensierato girotondo conclusivo allude con gesto scaramantico al circolo interminabile della vita».

L’Orchestra di Matera e Basilicata che si è esibita nella Chiesa del Carmine era composta dai seguenti musicisti.

Violini: Francesco Sacco**, Luigia D’Alema*, Grazia Braico, Elisa Castelletto, Gloria Conte, Leonardo Di Biase, Daniela Persia, Chiara Vitelli; Viole: Piero Massa*, Giuseppe Benedetto; Violoncelli: Antonio Di Marzio*, Giuseppe Grassi*, Contrabbasso: Marco Antonio Cornacchia*, Flauto: Davide Giove*, Oboe: Vito Grieco*, Clarinetto e clarinetto basso: Vincenzo Di Pede*, Fagotto: Giuseppe Marcosano*, Corno: Giovanni D’Aprile*, Tromba: Vito Cannone*, Arpa: Gabriella Russo*, Percussioni: Giancarlo Lacanfora*. [Nota ** primo violino di spalla / *  prima parte]

Il Coro di femminile Jivenes Cantores, che si è esibito in numerosi concerti e ha partecipato a importanti festival nazionali e internazionali, ha fatto registrare la presenza di Sofia Bisceglie, Marta Capogna, Carla Capolongo, Anna Cimmarrusti, Elisa Ferrante, Lucia Giordano, Alessia Lamacchia, Federica Leo, Giada Lupo, Teresanna Musto, Gabriele Randolfi, Camilla Saragaglia
Angela Noemi Vernice.

La  fotogallery del concerto (foto www.SassiLive.it)

concerto (1)
concerto (2)
concerto (3)
concerto (4)
concerto (5)
concerto (6)
concerto (7)
concerto (8)
concerto (9)

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Concerto in ricordo dello scultore giapponese Kengiro Azuma nella chiesa della Madonna del Carmine di Matera: report e foto

ln-logo

Consortium Paris e Cna presentano a Matera “Cultural 2017, Festival della Cultura Alimentare”

cultural festival

Martedì 24 ottobre 2017 alle ore 10, presso Palazzo Gattini Luxury Hotel in piazza Duomo a Matera Mauro Bochicchio, Executive Manager di Consortium Paris e Leonardo Montemurro, Presidente CNA presentano “Cultural 2017, Festival della Cultura Alimentare”.

“Il cibo del futuro” è il tema della seconda edizione materana di Cultural, festival della cultura alimentare che per tre giorni dal 28 al 30 ottobre trasformerà Matera, capitale europea della cultura 2019, nella capitale del gusto italiano grazie a espositori, chef, pizzaioli, panificatori, sommelier, che si avvicenderanno sul palco di Cultural fra masterclass, ateliers, tavole rotonde, laboratori e special dinner.

Dal palazzo dell’Unesco di Parigi ai Sassi di Matera, patrimonio mondiale dell’umanità ritorna Cultural, il festival ideato da Consortium Paris in collaborazione con CNA , è patrocinato dal Comune di Matera e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019.

cultural festival

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Consortium Paris e Cna presentano a Matera “Cultural 2017, Festival della Cultura Alimentare”

ln-logo

Il conduttore di Rai Radio2 Massimo Cervelli terrà un corso di comunicazione radiofonica

Il conduttore Massimo Cervelli dallo studio Rai Radio2 durante il programma “Non è un paese per giovani” invita tutti gli appassionati di radio, i professionisti che vogliono migliorare le loro competenze e gli amatoriali che si dilettano in questo mondo di partecipare al Corso di Comunicazione Radiofonica – Come si diventa DJ e conduttori radiofonici di cui lui sarà relatore. Il seminario si terrà presso la Sala Congressi dell’Hotel Kiris di Viggiano (PZ) il 25 e il 26 Novembre 2017 per una durata complessiva di 16 ore: 8 ore il sabato e 8 ore la domenica, dalle 9:00 alle 13.00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Durante le due giornate il conduttore di Rai Radio2 svolgerà un vasto programma strutturato in due parti: teorico e pratico. La prima parte sarà dedicata alla costruzione di una scaletta di un programma radiofonico e musicale, all’intervista, alla costruzione di un intervento radiofonico partendo da una notizia, alle tecniche di Presentazione di un evento Live e alle tecniche di dizione, con altri importanti contenuti che riguardano la gestione di una diretta con imprevisti, per una migliore preparazione professionale. In seguito il relatore spigherà la differenza tra comunicazione radiofonica e televisiva e rivolgerà particolare attenzione alle web radio. La seconda parte verterà sulla stesura con gli studenti della scaletta di un programma radiofonico e sulla simulazione di una diretta radiofonica.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale “ Supertramp”.

Per informazioni sul programma dettagliato, sulle prenotazioni e sul costo scrivete a elisacasaletto@virgilio.it

Cell: 3429493411

[This post contains video, click to play]

L’articolo Il conduttore di Rai Radio2 Massimo Cervelli terrà un corso di comunicazione radiofonica sembra essere il primo su La Gazzetta della Val d'Agri.

Fonte: http://www.gazzettadellavaldagri.it/category/so/

Leggi l’articolo originale: Il conduttore di Rai Radio2 Massimo Cervelli terrà un corso di comunicazione radiofonica

ln-logo

Al Museo Ridola di Matera la presentazione del film Il Vangelo Secondo Mattei. Intervista ad Antonio Andrisani e Pascal Zullino

il vangelo secondo mattei locandina

Martedì 24 ottobre 2017 alle ore 11,30 presso il Museo Nazionale Domenico Ridola a Matera è in programma la conferenza stampa di presentazione dell’anteprima materana de Il Vangelo Secondo Mattei in programma al cinema Duni di Matera giovedì 26 ottobre 2017 dalle ore 21. Saranno presenti i registi e protagonisti Antonio Andrisani e Pascal Zullino. Saranno anche presenti Antonio Stornaiolo, fra gli attori del film, e Daniela Giordano, produttrice esecutiva. Interverrà anche Paride Leporace, Direttore della Lucana Film Commission. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare la Mostra fotografica di Antonio Sansone dedicata alle immagini del film e del backstage, la Mostra è realizzata in collaborazione con il Polo Museale, di cui sarà presente la Direttrice Marta Ragozzino.

Il Vangelo secondo Mattei, realizzato grazie ad una produzione associata Run Film Srl e Mooviole Srl, alla produzione esecutiva di Brigata Germi Srls, è distribuito da Moovioole e parte da Matera per un tour che toccherà tutte le principali città italiane.  Nel cast spicca indiscutibilmente uno spettacolare Flavio Bucci che torna al cinema da protagonista con il suo volto denso di umanità e fragilità, ma anche tanta ironia. Al suo fianco una bravissima Ludovica Modugno nei panni della moglie. E poi: gli stessi Andrisani e Zullino, Antonio Stornaiolo, Riccardo Zinna, Andrea Osvart, Gianni Ferreri, Marco Caldoro, Mimmo Calopresti, Gigi Angiulli. Con la partecipazione di Enrique Irazoqui che nel ’64 vestì i panni del Gesù di Pasolini.

Giovedi 26 ottobre alle ore 21 al Cinema Duni di Matera si terrà la prima nazionale del Film “Il Vangelo secondo Mattei” di Antonio Andrisani e Pascal Zullino alla presenza del Cast artistico e tecnico. Interverranno Flavio Bucci e Andrea Osvart.
La prevendita è disponibile al Cinema Piccolo di Matera in via XX Settembre. La programmazione del Film continuerà al Cinema Duni fino a domenica 29 ottobre con due spettacoli, alle 19 e alle 21. Successivamente il Film sarà programmato al Cinema Piccolo.
Interamente girato in Basilicata ed in particolare nella città di Matera, la pellicola affronta il delicato rapporto tra ambiente e territorio con ironia. Come si evince dal titolo, i riferimenti al petrolio e la figura di Pasolini sono al centro della narrazione.
Il nostro invito è quello di sostenere di una Produzione lucana e indipendente che ha realizzato non senza difficoltà un Film che parla della nostra Terra e di ognuno di noi.

Di seguito l’intervista rilasciata in esclusiva per SassiLive da Antonio Andrisani e Pascal Zullino.

Quando è nata l’idea di realizzare questo film e cosa ti ha ispirato?
Antonio Andrisani: “Ho scritto questa sceneggiatura quattro anni fa e poi con Pascal abbiamo girato il film circa due anni fa. L’incontro con Pascal è stato determinante per far partire il progetto. Ci siamo sostenuti a vicenda in ogni momento di difficoltà e quando realizza un piccolo film ce ne sono sempre tante e di ogni tipo. Poi quasi da subito è subentrato Antonio Stornaiolo, il terzo componente di Brigata Germi, la piccola Società che abbiamo costituito per far partire il progetto. Antonio con la sue energia è stato determinate e voglio citare anche Daniela Giordano, la produttrice esecutiva, senza la quale dubito avremmo combinato qualcosa.

Cosa mi ha ispirato?

Antonio Andrisani: “Come sempre la realtà del mio territorio. Il fulcro di ogni cosa che ho realizzato in questi anni, dagli sketch satirici ai cortometraggi fino a questo film, è sempre la mia gente e il loro rapporto con la realtà”.

Quali sono i luoghi in cui sono state girate le scene?
Pascal Zullino: “Prevalentemente Matera ma ci siamo fatti un giro anche in altre zone della Basilicata”

Il cast da chi è composto, chi lo ha scelto e quanti materani sono presenti?
Pascal Zullino: Il protagonista del film è Flavio Bucci. Immenso attore di Teatro e Cinema. Noto al grande pubblico per aver interpretato Ligabue nel celebre sceneggiato tv. Difficile scollarsi di dosso quel ruolo memorabile ma Bucci ha lavorato con i più grandi Registi del Cinema italiano (Petri, Monicelli, Argento, Sorrentino) e non solo. E’ davvero uno degli ultimi testimoni di un grande Cinema che forse non esiste più.  Al suo fianco Ludovica Modugno. Anche lei interprete teatrale e grande doppiatrice. Per il grade pubblico è stata mamma e zia di Checco Zalone in due delle sue fortunate pellicole.

Da chi è composto il cast?
Pasquale Zullino: oltre i due protagonisti citati ci siamo io, Antonio Andrisani e Antonio Stornaiolo. Abbiamo poi avuto l’onore di avere Enrique Irazoqui, il Cristo di Pasolini, il quale è tornato al cinema proprio in occasione del nostro Film e nuovamente nei panni del Messia. Nel Film anche la partecipazione straordinaria della brava e bella Andrea Osvart, del Regista Mimmo Calopresti, Gianni Ferreri e davvero tanti altri, anche materani.

Quale messaggio vuole lanciare questo film?
Antonio Andrisani: quando scrivo, parlo da sceneggiatore, mi guardo bene dal voler lanciare messaggi. E’ un flusso di impressioni e spero sempre che il pubblico sia più intelligente di me. Comunque il nostro film ruota intorno al tema del petrolio. Per cui, possiamo solo augurarci che il film possa suscitare una riflessione in chi avrà la bontà di guardarlo.

Michele Capolupo

il vangelo secondo mattei locandina
il vangelo secondo mattei slide

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Al Museo Ridola di Matera la presentazione del film Il Vangelo Secondo Mattei. Intervista ad Antonio Andrisani e Pascal Zullino

ln-logo

“Belcanto, The Luciano Pavarotti Heritage” a Bucarest diretto dal Maestro Pasquale Menchise

belcanto 2

Si riparte dalla Romania e dalla Svizzera. Al via la nuova stagione dello spettacolo di musica sinfonica e canto lirico “Belcanto, The Luciano Pavarotti Heritage” la cui direzione musicale e d’orchestra nonché gli arrangiamenti sono firmati dal Maestro Pasquale Menchise. Appuntamento domani 22 ottobre a Bucarest nella Sala Palatului. Mentre nella prima settimana di novembre sarà di scena oltralpe con quattro date a Saint-Maurice, Yverdon-les-Bains, Berna e Ginevra.

“Uno spettacolo intenso ed emozionate – dichiara il Maestro Menchise – che ho, ancora una volta, l’onore di dirigere. Arie d’opera, canzoni classiche napoletane e brani pop internazionali, eseguiti secondo i canoni estetici e stilistici del bel canto italiano. E’ un omaggio allo stile tipico della nostra tradizione lirica, la celebrazione dello nostro straordinario patrimonio musicale: dalle origini del Belcanto nel Rinascimento, passando per le celebri composizioni di Verdi, Rossini, Pergolesi, l’opera buffa di Puccini, la canzone napoletana e il grande pop internazionale, tra l’altro, con una coinvolgente versione della celebre ‘Bohemian Rhapsody’ dei Queen. Per il gran finale ‘Nessun dorma’ con l’inserimento della voce inconfondibile di Luciano Pavarotti”.

Reduce dal successo di “Vincerò-Luciano Pavarotti: il racconto di una vita straordinaria” appena una settimana fa al Duni di Matera – di cui ha curato la direzione artistica, la direzione dei cantanti della Pavarotti Foundation e dell’Orchestra Sinfonica Matera 2019 – il Maestro Menchise, di Genzano di Lucania, è dunque ora pronto per il nuovo tour internazionale di “Belcanto”: concerto teatrale, tra lirica e danza la cui direzione artistica è affidata allo show maker di fama mondiale Franco Dragone, prodotto da ARSlab Italy, per la regia di Gianfranco Covino e coreografie di Vittorio Biagi. Dopo il debutto nel 2013 al New York City Center di Broadway, è stato messo in scena, nel corso di questi anni, nei teatri più importanti di mezza Europa e in Usa, Australia, Corea e Giappone.

belcanto 2
belcanto
menchise

 

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: “Belcanto, The Luciano Pavarotti Heritage” a Bucarest diretto dal Maestro Pasquale Menchise

ln-logo

Al via il percorso sinodale della Chiesa di Matera-Irsina, l’omelia di Monsignor Pino Caiazzo

caiazzo

E’ stato avviato il percorso sinodale nella Chiesa di Matera-Irsina. Giovedì 20 ottobre nella cattedrale di Matera, in presenza di un
folto numero di fedeli, i 120 del percorso sinodale hanno ricevuto il mandato scritto dall’arcivescovo mons. Antonio Giuseppe Caiazzo a percorrere
tutte le possibili strade affinchè si arrivi “a interrogarci seriamente, attraverso un confronto sereno e fraterno che ci impegnerà nei prossimi
anni, per una pastorale sempre più unitaria e organica, che ci porti ad essere maggiormente fedeli all’insegnamento di Cristo e della sua Chiesa”.
Parole, queste ultime, tratte integralmente dall’omelia che mons. Caiazzo ha offerto ai presenti incoraggiandoli a lavorare seriamente e intensamente per
arrivare, a fine percorso, ad “una nuova evangelizzazione attraverso una Chiesa in uscita che abbia il coraggio di annunciare la forza dirompente del
Vangelo, della lieta notizia, e di ripensare il modo di rapportarsi con la realtà che ci circonda per essere lievito, sale, luce del mondo”.
Di seguito il testo integrale dell’omelia di Monsignor Caiazzo.

Mandato per percorso sinodale

Carissimi,
questa sera, sotto lo sguardo materno della Madonna della Bruna e dei nostri Santi protettori, Eufemia, Eustachio e Giovanni da Matera, in questa Basilica Cattedrale, centro pulsante e di comunione della nostra Chiesa locale, ci ritroviamo attorno alla mensa della Parola per ascoltare quanto lo Spirito sta dicendo a questa nostra Comunità Diocesana di Matera – Irsina, in un clima di preghiera fiducioso.

Consapevoli di appartenere a Cristo e alla sua Chiesa ci ritroviamo insieme, nelle diversità di membra e carismi, per interrogarci seriamente, attraverso un confronto sereno e fraterno che ci impegnerà nei prossimi anni, per una pastorale sempre più unitaria e organica, che ci porti ad essere maggiormente fedeli all’insegnamento di Cristo e della sua Chiesa.

La nostra vocazione non consiste nel continuare a ripetere “si è sempre fatto così”, ma apertura all’oggi di Dio che ci parla attraverso il magistero di Papa Francesco. Le indicazioni che ha dato in questi anni, sono abbastanza chiare. Non possiamo sottacere la verità e dire “che tutto va bene”. C’è bisogno di una nuova evangelizzazione attraverso una Chiesa in uscita che abbia il coraggio di annunciare la forza dirompente del Vangelo, della lieta notizia, e di ripensare il modo di rapportarsi con la realtà che ci circonda per essere lievito, sale, luce del mondo.

Ecco perché ci metteremo, prima di tutto in ascolto della Parola. Riprenderemo quanto la Chiesa, attraverso il Concilio Vaticano II, ci insegna e riattraverseremo le cinque vie essenziali dell’ultimo Convegno ecclesiale di Firenze.

Senza ascolto non c’è possibilità di dialogo e senza dialogo fraterno e sincero non c’è comunione. Non serve ripetere a ogni celebrazione eucaristica: “Obbedienti alla Parola del Signore e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire: Padre nostro…”. L’obbedienza nella Chiesa e alla Chiesa è risposta a un mandato di Cristo. Se manca questo non c’è presenza di Cristo e quindi non c’è Chiesa anche se parliamo di Cristo e ci serviamo della Chiesa. Non a caso Gesù dice:«Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro» (Mt 18,20). L’obbedienza crea la comunione, ma la comunione è Gesù stesso che ci rende uno:“Che siano una cosa sola, come io e te siamo una cosa sola…io in te e tu in me. Siano in noi una cosa sola”.

Fare un percorso sinodale significa, allora, che tutti siamo chiamati a diventare uditori della stessa Parola che ci porterà a fare discernimento e scelte concrete e coraggiose.
Dice S. Paolo: «Sappiamo bene, fratelli amati da Dio, che siete stati scelti da lui»(1Tess1,4). Voi, cari presbiteri, religiosi e religiose, laici, scelti per questo percorso, non siete i privilegiati. Chi vi ha scelti, attraverso di me e i miei più vicini collaboratori, è stato Dio. Dobbiamo sentirne la responsabilità e il peso di questo mandato. Partiamo dalle tante cose belle e positive che animano le nostre comunità. Ci sono tanti luoghi abitati da una fede adulta, da una speranza che fa risorgere ogni situazione di morte, da una carità che nel silenzio cammina per le nostre strade ed entra nelle case e nei cuori di tanti fratelli senza fare rumore.

Su queste strade, già percorse dai nostri padri, siamo chiamati a camminare allargando lo sguardo verso “i tanti crocicchi” della vita perché tutti partecipino alla festa dello Sposo. Partendo da questa consapevolezza, cammineremo insieme facendo in modo che tutti possano vestire l’abito della festa avendo il coraggio cristiano di denunciare e togliere gli stracci logori di un corpo sporco e denutrito. Siamo il corpo di Cristo non solo a parole ma realmente. Questo corpo deve apparire in tutta la sua bellezza in quelle membra che avranno il desiderio di farsi curare, proprio perché coscienti di sbagliare.

Il percorso di una Chiesa non si cambia se si considera la stessa come una “fabbrica sacramentale”, o un “distributore automatico di tradizioni” che bisogna pur continuare a mantenere vive nonostante non abbiano più nulla di sacro. Il percorso sinodale ci aiuterà ad allagare il nostro sguardo verso quelle che sono le vecchie e nuove emergenze, povertà, miserie umane. Ritornare a Dio significa ritornare all’uomo. Essere divini sarà possibile se saremo più umani.
«Ogni volta che cerchiamo di tornare alla fonte e recuperare la freschezza originale del Vangelo spuntano nuove strade, metodi creativi, altre forme di espressione, segni più eloquenti, parole cariche di rinnovato significato per il mondo attuale» (Evangelii gaudiumn. 11).

Attraverso il racconto dei discepoli di Emmaus abbiamo la certezza che Gesù cammina accanto a noi e con noi. Ci evangelizza, siede a tavola con noi, spezza il pane per noi, fa ardere il cuore di amore per ritrovare energia e freschezza che ci aiuti a risalire senza stancarci verso Gerusalemme e condividere con ogni membro della Chiesa la gioia del Vangelo: “Cristo è risorto, è veramente risorto”! Lo stile della Chiesa è quello di raccontarci, narrarci quanto il Signore ha fatto, sta facendo, vorrà fare con tutti noi. E’ lo stile dei discepoli capaci di aprire gli occhi e guardare il mondo con quelli del Maestro e Signore, Gesù. La stessa forza e il medesimo amore dello Spirito Santo che arde nel cuore dei discepoli per farli uscire dalla paura, dal chiuso di un cenacolo che devono invadere noi e farci aprire al mondo e parlare agli uomini.

Papa Francesco, il 10 novembre 2015, parlando al V Convegno Ecclesiale di Firenze, disse: «Mi piace una Chiesa italiana inquieta, sempre più vicina agli abbandonati, ai dimenticati, agli imperfetti. Desidero una Chiesa lieta col volto di mamma, che comprende, accompagna, accarezza. Sognate anche voi questa Chiesa, credete in essa, innovate con libertà».
Carissimi, in questo percorso sinodale, chiedo che tutte le nostre comunità parrocchiali presenti sul territorio con la presenza della vita consacrata, si sentano anch’esse in cammino, e ogni singolo fedele, indipendentemente se appartiene a qualche associazione, confraternita, movimento, gruppo, comunità, cammino di fede, si faccia accostare da Gesù, che, ne sono certo, cammina con noi per risvegliare in tutti il desiderio della gioia del Vangelo. Le parole che Dio dice a Giacobbe, stasera, le ripete a noi: «Ecco, io sono con te e ti proteggerò dovunque tu andrai; poi ti farò ritornare in questo paese, perché non ti abbandonerò senza aver fatto tutto quello che t’ho detto». E con Giacobbe, anche noi diciamo: «Se Dio sarà con me e mi proteggerà in questo viaggio che sto facendo e mi darà pane da mangiare e vesti per coprirmi, se ritornerò sano e salvo alla casa di mio padre, il Signore sarà il mio Dio».
Accompagnateci con la preghiera, l’ascolto della Parola, la mortificazione. Questo dialogo con Dio sarà essenziale per capire che davvero Dio sta in mezzo a noi, che Gesù è nostro compagno di strada parlandoci come uno che ci ama veramente e vuole il nostro bene. La Madonna, ci aiuti affinchè, sul suo esempio, «tutte queste cose le serbiamo nel nostro cuore meditandole».
Vi abbraccio tutti e benedico.
Buon inizio del percorso sinodale.
† Don Pino

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Al via il percorso sinodale della Chiesa di Matera-Irsina, l’omelia di Monsignor Pino Caiazzo

ln-logo

Conferenza territoriale di servizio per dirigenti scolastici e docenti di educazione fisica a Matera: report e foto

Presso l’aula magna Franco De Fina del Liceo Scientifico Dante Alighieri di Matera si è svolta un’importante conferenza territoriale di servizio avente come tema la programmazione e l’avviamento dell’attività motoria, fisica e sportiva scolastica per l’anno scolastico 2017.2018.
Numerosa la partecipazione dei docenti di educazione fisica, docenti di scuola primaria e dirigenti scolastici, a testimonianza dell’importanza e della valenza educativa, culturale e sociale che riveste attualmente l’attività sportiva scolastica .
Sono intervenuti il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provincia di Matera ispettrice Rosaria Cancelliere, il presidente del CONI regionale Leopoldo Desiderio , il presidente del CIP(Comitato Italiano Paralimpico)Rosanna Fabrizio, la prof.ssa Giovannina Molinari coordinatore regionale di educazione fisica e sportiva.
Dopo i saluti del vice preside prof. Canio Benedetto e delle autorità presenti ha preso la parola il prof. Giuseppe Grilli coordinatore provinciale di educazione fisica e sportiva, illustrando le line guida e programmatiche da perseguire nell’a. s. 2017.2018.
L’attività complementare di avviamento alla pratica sportiva, ha esordito il prof Grilli, riveste notevole importanza tanto da venire incontro alle devianze giovanili e abbandono scolastico e concorre con pari dignità delle altre materie alla crescita culturale del giovane alunno.
Le istituzioni scolastiche della provincia di Matera hanno sempre risposto in modo positivo grazie alla disponibilità dei dirigenti scolastici e alla professionalità dei docenti di educazione fisica.
Per quanto concerne i campionati studenteschi territoriali della provincia di Matera essi avranno inizio presumibilmente nei primi 10 gg di dicembre p.v.
Questa la sequenza delle categorie :
Juniores : Gennaio/Febbraio 2018
1° Grado : inizio di marzo 2018
2° Grado : metà marzo 2018
Tutte le attività sono condotte in sintonia con il CONI di Basilicata e le federazioni sportive interessate, al fine di uniformare tutte le attività regionali.
Le scuole di 1° grado parteciperanno ad una manifestazione nazionale fissata dal 28 al 31 maggio in Emilia Romagna –programma e sede che verrà comunicata dal MIUR.
Le scuole di 2° grado Allievi Allieve parteciperanno alle seguenti finali nazionali programmate dal MIUR:
Finale nazionale di Tennis : 25-28 aprile Genova
Finale nazionale di Beach volley: dal 16 al 19 maggio San Vito Lo Capo (TP)
Finale nazionale di Atletica Leggera pista: dal 22 al 26 maggio Palermo
Finali nazionali di Vela e canottaggio: dal 4 al 7 giugno Lago di Idro (BS)
Finale nazionale di Orienteering: dal 18 al 21 settembre l’Aquila
Finali nazionali di calcio a 11: dal 25 al 29 settembre Senigallia(An).
Tutte le finali regionali pertanto dovranno concludersi entro il 30 aprile 2018 tranne atletica, vela e orienteering entro 15 maggio 2018.
Per quanto riguarda la scuola primaria verrà confermata l’attività del progetto della scuola dell’infanzia bimbinsegnantincampo…..competenti si diventa giunto al suo quarto anno e Sport di classe per la scuola primaria.
Inoltre sempre in collaborazione con il CONI regionale saranno riproposti anche quest’anno gli Educamp a favore di ragazzi/e che si terranno nei mesi di giugno e luglio a Nova Siri .
All’incontro hanno partecipato anche gli alunni del liceo scientifico sportivo Alighieri che in questi giorni a Montecatini Terme rappresenterà il sud Italia, in un convegno nazionale organizzato dal MIUR, dove presenterà un progetto innovativo portato avanti dai docenti di educazione Fisica Maria Epifania e Franco Paolicelli coadiuvati dal Dirigente Scolastico Vincenzo Duni.
Ha moderato l’incontro il giornalista Nino Grilli.

conferenza 4
conferenza 3
conferenza 2
conferenza

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Conferenza territoriale di servizio per dirigenti scolastici e docenti di educazione fisica a Matera: report e foto

ln-logo

Le Div4s live a Matera con l’Orchestra Ico Magna Grecia per “Matera in Musica”

lediv4s

Dalla lirica al pop. Una rivisitazione di brani di grande popolarità, sia italiani che internazionali, riproposti in veste classico-operistica con la voce di quattro soprani, le Div4s, accompagnate sul palco dall’Orchestra Ico Magna Grecia diretta da Piero Romano.  E’ atteso per mercoledì 25 ottobre (ore 21) al teatro Auditorium Raffaele Gervasio di Matera il concerto d’esordio della stagione “Matera in musica”. Sul palco le Div4s, ensemble che nasce dall’incontro di 4 giovani soprani che hanno debuttato nel 2008 a Roma, al fianco del tenore Andrea Bocelli, entusiasmando critica e pubblico. L’acronimo è composto dalle iniziali dei loro nomi: Denise, Isabella, Vittoria e Sofia.  Unite dalla passione per l’opera, come riportato nella loro biografia, hanno da subito ricercato un linguaggio innovativo che potesse coinvolgere un pubblico più giovane ed ampio e non solo gli appassionati del genere classico. Nel programma della serata anche Carmen-Gypsy song,  Voglio vivere cosi, Buongiorno a te, Funiculi’, Io ti penso amore e Volare. Il concerto rientra nella XVI stagione organizzata dall’Orchestra Ico Magna Grecia di Taranto e dal Festival Duni.

Il percorso delle Div4s inizia con la reinterpretazione di celebri pagine d’opera e si sviluppa nella rielaborazione di brani di grande popolarità, dove il connubio tra vocalità classica e sonorità e ritmi pop diventa il punto focale che definirà l’identità del gruppo.

Oltre alla prestigiosa e continuativa collaborazione con Andrea Bocelli che, con il suo continuo sostegno, le ha portate ad esibirsi in tutto il mondo affiancandolo nei suoi concerti, la loro attività concertistica si snoda tra collaborazioni con importanti fondazioni di tradizione e grandi eventi internazionali calcando palchi prestigiosi, sia in Italia che all’estero, apprezzatissime sia per la grande preparazione artistica che per l’originalità del progetto stesso.

Le Div4s sono state ospiti di programmi televisivi come “L’anno che verrà”, Sanremo, Concerto di Natale in Assisi, e hanno tenuto concerti sia in Italia (al teatro Filarmonico Fondazione Arena di Verona dirette da Marcello Rota, a Bari accompagnate dall’orchestra del Teatro Petruzzelli, Roma sala Sinopoli/Parco della musica e Teatro Olimpico ,a Bologna Teatro Manzoni, a Layatico Teatro) che all’estero (a Charleroi, Kiel e Copenaghen di Night of the Proms, a Palma de Mallorca, Atene, Londra, Dublino, Manchester, Liverpool, Belfast, Singapore, a Belgrado).

Nel 2011, parallelamente all’intensa attività concertistica, Le Div4s hanno pubblicato una raccolta di brani, cavalli di battaglia dei loro concerti, presentato nell’ambito del tour europeo “Night of the Proms”, dove hanno partecipato come uniche artiste italiane insieme artisti di fama mondiale come Seal, Mick Hucknall dei Simple Red, Nile Rodgers e Chic, James Blunt, esibendosi davanti a centinaia di migliaia di persone.

In questi anni sono state impegnate nello show live “Opera Tour”, nel tour “The Great Italy” e in numerosi concerti in palcoscenici prestigiosi. Nel 2016 hanno portato a termine un nuovo lavoro discografico, una raccolta di brani inediti e nuove cover, in collaborazione con grandi nomi della musica italiana.

Sponsor della serata è Generali. Sostengono il Festival Duni 2017 i patrocini istituzionali: MIBACT, Comune di Matera, Regione Basilicata, “Matera2019 Capitale europea della Cultura”.

Prevendita e Abbonamenti

Gli abbonamenti ed i biglietti possono essere acquistati a Matera direttamente presso Orchestra della Magna Grecia, in via De Viti De Marco n. 13 (tel. 0835.1973420 materainmusica@gmail.com), Cartolibreria Montemurro, in via delle Beccherie n.69 (0835.333411). Info www.orchestramagnagrecia.it.

A Taranto, presso Orchestra Magna Grecia, via Tirrenia n.4 (099.7304422).

Abbonamento:

Intera stagione 130 €;

Ridotto 110 €;

(entro il 25 ottobre).

Biglietti da 15 €.

lediv4s

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cultura-e-spettacoli/

Leggi l’articolo originale: Le Div4s live a Matera con l’Orchestra Ico Magna Grecia per “Matera in Musica”

ln-logo

Pagina 1 di 78212345Successivo ›Ultimo »