Rai Italia:Presentato il Docu-Film "On the Road to Little Lucania"

FOTO HOME ILEANA COMMUNITYE’ andata in onda su Rai Italia nella trasmissione Community la puntata dedicata alla presentazione del docu-film “On the road to Little Lucania” realizzato da Suditaliavideo da un’idea di Ileana Disabato, che insieme a Luigi Scaglione Coordinatore del Centro Lucani nel Mondo “Nino Calice”  ha raccontato del viaggio nelle storie dell’emigrazione lucana negli Stati Uniti d’America.

Fonte: http://www.suditaliavideo.it

Leggi l’articolo originale: Rai Italia:Presentato il Docu-Film "On the Road to Little Lucania"

Maltempo: sulla Basilicata il gelo siberiano di ‘Burian’

ROMA – Un nuovo vortice freddo porterà nei prossimi giorni un’ondata di maltempo sull’Italia: le regioni più coinvolte saranno quelle del Centrosud, specie tra giovedì e venerdì quando si avranno piogge più diffuse e locali temporali, conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. Nord Italia invece ai margini, con fenomeni eventualmente probabili su Emilia Romagna, poi Nordest, basso Piemonte e Liguria.

NEVE ANCHE A BASSA QUOTA – “I freddi venti provenienti dall’Europa orientale favoriranno nevicate anche a quote basse – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – in particolare al Centro, con fiocchi in genere dai 300-600m su Appennino centrale, oltre 700-1200m su quello meridionale, ma in generale rialzo entro venerdì. Neve in collina sull’Emilia Romagna ma con fiocchi a tratti possibili anche in pianura, così come sul resto del Nord nell’eventualità di precipitazioni”.

POTENTE ONDATA DI GELO SIBERIANO DAL WEEKEND SULL’EUROPA – “Appare ormai certa una ondata di gelo di notevole portata sull’Europa, come non si vedeva da anni, a partire dal prossimo weekend e almeno sino ai primi di marzo. Venti gelidi siberiani che dalla Russia soffieranno sull’Europa specie centrale. Saranno giornate di ghiaccio con temperature abbondantemente sottozero anche di giorno e nevicate fino in pianura. L’evento potrebbe assumere connotati storici per la sua intensità ma anche durata, con possibili disagi specie nel settore dei trasporti. Anche l’Italia verrà colpita almeno in parte, soprattutto le regioni settentrionali, ma solo i prossimi giorni potremo capire tutti gli effetti in termini di precipitazioni e nevicate. In ogni caso il Mediterraneo dovrebbe reagire con nuove depressioni e possibili eventi nevosi”, concludono da 3bmeteo.com.

Fonte: http://www.giornaledibasilicata.com/

Leggi l’articolo originale: Maltempo: sulla Basilicata il gelo siberiano di ‘Burian’

A Montescaglioso, il GAL START 2020, si presenta al territorio

FOTO HOME gal start 2020Si è presentata sabato 17 febbraio presso la suggestiva Abbazia di San Michele Arcangelo a Montescaglioso,alla presenza di un numerosissimo pubblico, di rappresentanti istituzionali, amministratori e addetti ailavori “La Nuova Programmazione Leader per l’Area Matera Orientale – Metapontino”.

Fonte: http://www.suditaliavideo.it

Leggi l’articolo originale: A Montescaglioso, il GAL START 2020, si presenta al territorio

Calderoli (Lega) a Matera: qui c’è un senso di rinuncia che non ho ravvisato neanche a Scampia

“Potreste essere gli Emirati arabi ma non riuscite a farvi pagare, come meriterebbero, quelle che sono le vostre principali risorse naturali quali petrolio e acqua. Probabilmente l’attitudine a sottostare a qualcuno è un vostro tratto psicologico che dovreste modificare.

Fonte: http://www.trmtv.it/

Leggi l’articolo originale: Calderoli (Lega) a Matera: qui c’è un senso di rinuncia che non ho ravvisato neanche a Scampia

“Il Cielo Stellato” di Caterina Erica Shanta, al Cineteatro Cristallo di Cesano Boscone (MI)

Farà tappa al Cristallo “Aquerò, lo spirito del cinema“, il primo festival dedicato al “cinema dello spirito” e allo “spirito del cinema”.
Ideato dall’Associazione Cattolica Esercenti Cinema (ACEC) Milano, con il patrocinio del Comune di Milano e dell’Arcidiocesi ambrosiana, il festival propone anteprime, classici e film accompagnati da riflessioni d’autore, tra cinema e spiritualità. Al Cristallo sono previsti due appuntamenti, il primo: Venerdì 23 febbraio, ore 21.00.

IL CIELO STELLATO (2018), presentazione in anteprima del film-progetto ideato da Caterina Erica Shanta, dedicato ai riti e alle tradizioni legate alla Madonna della Bruna di Matera. L’artista presenterà in anteprima una trentina di minuti del suo lavoro (che diventerà un film), raccontandolo al pubblico.

In questa occasione sarà presente DON GIANLUCA BERNARDINI, Presidente ACEC Milano e referente per il cinema e il teatro della Diocesi di Milano

Ingresso libero

Una memoria secolare, una tradizione che si rinnova di generazione in generazione, un rito che attraversa i tempi, diventano un’opera sperimentale, un lavoro di ricerca sulle immagini e la loro rielaborazione creativa. Un modo originale per riflettere sulla memoria orale e la sua trasmissione digitale. Caterina Erica Shanta ci parlerà di questo progetto e ci presenterà in anteprima alcuni estratti del film che sarà.

IL PROGETTO

Il Cielo Stellato è un progetto artistico e cinematografico nato nel 2015 ed incentrato sulla digitalizzazione mediatica del secolare rito della Madonna della Bruna di Matera. Una produzione di Invisibile Film insieme a Careof Milano, sostenuto e promosso da Lucania Film Commission, Fondazione Matera Basilicata 2019 e da realtà di Matera come l’Associazione Maria SS. Della Bruna e la Fondazione SoutHeritage per l’arte contemporanea.

«Partecipando a diverse edizioni della festività, durante lo strazzo del Carro della Bruna, ci siamo accorti che l’antico cielo stellato di Matera, cantato dai viaggiatori, è divenuto un orizzonte di cellulari luminosi sopra le teste del pubblico. Il progetto consisterà nel collezionare soprattutto fotografie, filmati, racconti, memorie personali e collettive del rito nel tempo, al fine di confrontarli con il terzo cielo stellato – la nube vettoriale virtuale di punti – originato dalle tecniche contemporanee di conservazione digitale attraverso le fotogrammetrie 3D in modelli di nubi di punti o Point cloud.
 Il risultato sarà un documentario di creazione sperimentale, collettivo e corale. Sarà finalizzato a comprendere come una secolare memoria orale cambia attraverso la trasmissione digitale, sedimentandosi nel tempo attraverso le sue immagini».

«Che Matera tragga il nome dal greco μετεωρον, che suona Cielo stellato, e che le sia stato imposto tal nome o da Ottaviano Augusto (…) che l’ha riedificata, dopo essere stata distrutta dalle armi romane, o dal medesimo popolo, che dipartito dietro quella distruzione, in due parti, una sul colle e l’altra nella valle, riedificata sotto cotesto nome, volendo (…) alludere a quella foggia di Cielo stellato, che offrono agli occhi degli spettatori i lumi notturni delle due valli».  (Francesco Volpe, “Memorie storiche, profane e religiose su la città di Matera, 1818)

Al termine, incontro con la videoartista CATERINA ERICA SHANTA.

L’articolo “Il Cielo Stellato” di Caterina Erica Shanta, al Cineteatro Cristallo di Cesano Boscone (MI) proviene da Oltre Free Press – Quotidiano di Notizie Gratuite.

Fonte: http://www.oltrefreepress.com/category/attualita/basilicata-attualita/

Leggi l’articolo originale: “Il Cielo Stellato” di Caterina Erica Shanta, al Cineteatro Cristallo di Cesano Boscone (MI)

Incidente stradale sulla statale 93

Un incidente stradale si è verificato, intorno alle 19, sulla statale 93 in direzione Canosa, pochi metri dopo lo svincolo S. Nicola di Melfi. Secondo le prime frammentarie notizie un’Alfa Romeo si è ribaltata forse a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia che da diverse ore sta cadendo sulla nostra Regione. Sul posto…

Fonte: http://www.melfilive.it/news/

Leggi l’articolo originale: Incidente stradale sulla statale 93

CALCIO. PRIMA CATEGORIA. POLICORO-LU TITO 1-1

UNA FORMAZIONE DEL POLICORO CALCIO 2017-2018


LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 20.12.18

POLICORO CALCIO: Pasquino, Corsini, Tarantino G., Rubolino, Romano, Lo Prete, Faillace, Tarantino V., Gorgoglione, Carluccio, Sabato. All. Martino

LU TITO: Salvia, Laviero, Albano, Aliandro, Spera, Giosa, Laurino, Santopietro, Salamone, Giurni, Lo Tito. All. Pappalardo

ARBITRO: Boccarelli, di Policoro

RETI: 25′ p.t. Aliando; 33′ s.t. Mele. 

POLICORO – La formazione di casa non ci stava ancora a perdere pur se di fronte aveva la seconda in classifica. Così, sotto di una rete dal 25′ del primo tempo ed in dieci uomini dallo stesso minuto di gioco, è riuscita, caparbiamente, a riequilibrare un match che sembrava perso. Ed eccoci al gol de Lu Tito, su rigore, messo a segno da Stefano Aliandro. Ma Antonio Corsini, l’autore del fallo, ha protestato con l’arbitro Antonio Boccarelli che l’ha espulso. Secondo tempo con il Policoro calcio, pur con l’uomo in meno, a cercare di pareggiare e gli ospiti in agguato nelle ripartenze. E qui l’allenatore dei locali, Antonio Martino, ha fatto la mossa giusta al 20′: fuori Salvatore Gorgoglione e dentro Cosimo Mele. Lo stesso mister, però, al 30′, si è fatto espellere a sua volta per proteste. Tre minuti dopo il gol, guarda caso, di Mele su cross di Roberto Faillace. Partita finita? No. Nei minuti di recupero ancora Mele non è riuscito a deviare sotto porta un cross dalla destra. E sulla ribattuta Giuseppe Salamone si è involato verso la porta del Policoro ma Boccarelli ha fischiato un fuorigioco contestato da Lu Tito.

Fonte: http://filippomele.blogspot.it/

Leggi l’articolo originale: CALCIO. PRIMA CATEGORIA. POLICORO-LU TITO 1-1

Valutazione di impatto sulla salute (ViS), Gianluca Rospi: l’importanza di tale strumento per tutelare i cittadini dalle attività del cementificio di Matera e di Barile

rospi gianluca

 

Valutazione di impatto sulla salute (ViS), intervento dell’ingegnere materano Gianluca Rospi (M5s): “L’importanza di tale strumento per tutelare i cittadini dalle attività del cementificio di Matera e di Barile”.

A parità di produzione di cemento e clinker, la Regione Basilicata ha autorizzato la Cementeria di Matera, lo scorso novembre, ad un incremento dell’attività di recupero di rifiuti non pericolosi in sostituzione del combustibile tradizionale.
La giunta regionale lo scorso novembre ha rilasciato “il giudizio favorevole di compatibilità ambientale” ed ha approvato il riesame e l’aggiornamento per modifica sostanziale dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) relativamente al Progetto per la costruzione di un capannone, interventi di riclassificazione e riorganizzazione dei flussi, ed ottimizzazione dell’uso di CSS e CSS-combustibile nella cementeria sita in località Costantinopoli nel Comune di Barile.
Un atto che determinerà seri problemi sanitari per il territorio, essendo noto il mix di rifiuti utilizzati per la combustione, ben diversi dalla matrice del gas metano.
In consiglio comunale a Matera il M5S aveva già chiesto lo stop dell’incenerimento dei rifiuti e un monitoraggio costante e certificato sulle emissioni dell’attività di Italcementi.
“Sarà la Valutazione di impatto sanitario a stabilire quanto il cambio di combustibile possa portare a un peggioramento delle emissioni e dello stato di salute dei cittadini”. È questo il parere di Gianluca Rospi, Candidato MoVimento 5 Stelle per il Collegio Uninominale Matera Melfi.
“E’ proprio così difficile – continua Rospi – capire che lo studio delle ricadute sanitarie, per un apparato politico regionale e comunale che abbia realmente a cuore l’ambiente e la salute dei propri cittadini, debba essere fatto prima, e non dopo, la concessione di qualsiasi cambio di combustibile? Grazie all’epidemiologia moderna, i danni sulla salute possono essere previsti a priori e non solo a posteriori.
Consiglio quindi di effettuare uno studio epidemiologico dell’area di Matera e di Barile al fine di valutare il contributo dellecementerie, partendo dai dati rilevati ai camini negli ultimi anni. Con questo strumento si avrebbe un dato oggettivo sui potenziali rischi per la salute dei cittadini.
Infine, si propone, in ottica 4.0, di adottare una piattaforma on line di visualizzazione statistica e real time dei valori delle centrali di monitoraggio degli inquinanti oggetto di autorizzazione, con la possibilità di inviare segnalazioni di anomalia da parte dei cittadini”.

Fonte: http://www.sassilive.it/matera/cronaca/

Leggi l’articolo originale: Valutazione di impatto sulla salute (ViS), Gianluca Rospi: l’importanza di tale strumento per tutelare i cittadini dalle attività del cementificio di Matera e di Barile

POLICORO. MARIO RUBINO: “DOPO 12 ANNI NON CI SARÀ LA MANIFESTAZIONE SULLA SICUREZZA STRADALE DI “ANGELI DELLA STRADA”. IL COMUNE NON HA CONTRIBUITO”

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 20.12.18

Dopo 12 anni non si farà a Policoro l’appuntamento sulla sicurezza stradale organizzato dall’associazione “Angeli della strada”. “E ciò – ha scritto Mario Rubino in una sua nota inviataci con Facebook – per il mancato contributo del Comune”. Rubino ha fondato l’associazione di cui è presidente ed è il genitore di Rino, scomparso in un incidente stradale. “La mancata elargizione del contributo annuo di circa 200 euro – ha spiegato il presidente di “Angeli della strada” – preclude alla realizzazione dell’iniziativa. Mai precedenti amministrazioni avevano fatto mancare il sostegno alla ricorrenza”.

Fonte: http://filippomele.blogspot.it/

Leggi l’articolo originale: POLICORO. MARIO RUBINO: “DOPO 12 ANNI NON CI SARÀ LA MANIFESTAZIONE SULLA SICUREZZA STRADALE DI “ANGELI DELLA STRADA”. IL COMUNE NON HA CONTRIBUITO”

POLICORO. APPELLO DI NOSCORIE TRISAIA. “SALVIAMO L’ULTIMA VALLE LIBERA DA TRIVELLE, QUELLA DEL SINNI. CONSIGLI INTERCOMUNALI APERTI SU TEMPA LA PETROSA”

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 20.2.18

POLICORO – “Salviamo l’ultima valle. Subito Consigli comunali aperti sul permesso di ricerca petrolifera Tempa la Petrosa riaperto dal Tar Basilicata”. L’appello dell’associazione ambientalista Noscorie Trisaia è rivolto ai Comuni interessati che già si erano espressi con un secco no nei confronti della Regione nel lontano 2012. Si tratta dei municipi di Colobraro, Senise, Tursi, Valsinni, Nova Siri, Rotondella, Montalbano Jonico, San Giorgo Lucano, Senise e Sant’Arcangelo. Coinvolti anche alcune amministrazioni della Calabria: Rocca Imperiale, Montegiordano, Oriolo e Canna. Ma ecco ancora l’associazione No triv: “La valle del Sinni è l’ultima della Basilicata ancora intatta da trivelle e discariche. Le istituzioni, dopo aver lasciato distruggere l’agricoltura in Val Basento, diventata area Sin con la chimica, ed in Val d’Agri, visti i dati Istat sulla chiusura di aziende del settore primario, perché perseguono il disegno di fossilizzare le ultime zone libere della regione? Le rassicurazioni dell’assessore Francesco Petrantuono, a Senise, sono poca cosa per un territorio ricco di acque e di prodotti tipici unici che creano migliaia di posti di lavoro. Il pronunciamento del Consiglio di Stato potrebbe confermare quello del Tar. L’operato della Regione ha dimostrato che c’è stata una falsa opposizione in attesa che entrasse in vigore il decreto Sblocca Italia. La Basilicata poteva chiudere il procedimento su Tempa la Petrosa nel 2012 e non nel 2015, data post approvazione dello Sblocca Italia, motivo per cui il Tar ha riaperto il procedimento. La Giunta De Filippo prima e quella Pittella poi potevano muoversi diversamente. Occorre che i Comuni mettano in campo altre azioni nel rispetto dei principi costituzionali e che facciano sentire la propria voce insieme ai cittadini”.

Fonte: http://filippomele.blogspot.it/

Leggi l’articolo originale: POLICORO. APPELLO DI NOSCORIE TRISAIA. “SALVIAMO L’ULTIMA VALLE LIBERA DA TRIVELLE, QUELLA DEL SINNI. CONSIGLI INTERCOMUNALI APERTI SU TEMPA LA PETROSA”

Pagina 1 di 367912345Successivo ›Ultimo »