ANCHE I DRONI INDOOR NELLA “CASA DI ARCHIMEDE”

Un fabbricato pericolante, una chiesa dalle ampie volte e altri spazi chiusi da ispezionare e studiare per rilievi o per mettere a punto sul piano tecnologico strategie di intervento, sono alcuni dei ”cantieri” di applicazione dei droni indoor, che rappresentano una ulteriore specializzazione dei rilievi aerei tradizionali da effettuare – ricordiamolo- nel rispetto delle norme e della privacy e con tanta professionalità.

E un esempio delle potenzialità dei droni indoor è stata offerta a Matera grazie alla lungimiranza e alla programmazione nel settore dell’innovazione dell’ Istituto di istruzione superiore ”Giambattista Pentasuglia” di Matera, il vecchio -nella denominazione- istituto tecnico industriale che sotto la guida del preside Antonio Epifania ha innestato una marcia in più (la progettazione di una vettura elettrica lo dimostra) nelle reti di collaborazione internazionale.

L’occasione per approfondire la tematica dei droni indoor è stata offerta da un corso di formazione ”full immersion” con la Geolandscapes solution srl , spin off dell’Università europea di Roma. Una start up innovatica che si occupa su consulenza, formazione e vendita nel campo delle tecnologie e applicazioni geografiche.

docente

Il professor Gianluca Casagrande, docente di geografia presso l’ateneo romano, dove opera anche Alessandro Balestra ingegnere meccanico ed ex allievo dell’ Istituto ”Pentasuglia” ha illustrato la gamma delle opportunità di impiego dei droni indoor. Strumenti di diversa dimensione e affidabilità ad alta definizione, con action camera e illuminatori e dai risultati sorprendenti che consentono – e non è poco – di risparmiare tempo e danaro senza mettere a repentaglio, come accade nel corso di calamità, la vita di tecnici e operatori. Tanto interesse da parte degli allievi e non è escluso che la Scuola non decida di attivare corsi dedicati. Del resto via Trabaci sta diventando un po’ il polo dell’innovazione legata al volo, in relazione alla presenza di un corso di aeronautica e logistica presso il prospicente isituto tecnico per geometri ‘Adriano Olivetti”.

Al ” Pentasuglia”,intanto, lavorano sulla mobilità sostenibile come l’auto elettrica e agli impieghi sportivi su un gokart. Se il principio, con le dovute innovazioni,venisse applicato anche alle motocarrozzette, furgoncini e similari si darebbe un contributo anche al turismo sostenibile in centro e nei rioni Sassi. Sfida raccolta e voglia di lavorare tanta. La scuola, riferisce il preside Antonio Epifania, sta lavorando alla installazione di pannelli solari rotanti di propria produzione, per abbattere i costi della bolletta energetica. E con i soldi risparmiati si può investire nella scuola e per la scuola, con benefici per la collettività, anche in altri settori. Se l’Itis non è la ”Casa di Archimede” poco ci manca…

Fonte: http://giornalemio.it/archivio/tecnologia/

Leggi l’articolo originale: ANCHE I DRONI INDOOR NELLA “CASA DI ARCHIMEDE”

ln-logo

La via Lucana del benessere. Il finocchietto selvatico, una risorsa spontanea

La via lucana del benessere ci porta oggi a scoprire una risorsa spontanea che cresce nella nostra terra, il finocchietto selvatico. Il finocchio selvatico (Foeniculum vulgare Miller) è una pianta erbacea perenne che nasce spontaneamente soprattutto nelle regioni del Mediterraneo e lungo le coste, privilegiando i luoghi soleggiati ed incolti.  Appartenente alla famiglia delle Ombelliferae, la specie vegetale […]

The post La via Lucana del benessere. Il finocchietto selvatico, una risorsa spontanea appeared first on Il Lucano Magazine – Una Finestra sulle Realtà Lucane in Italia e nel Mondo.

Fonte: http://www.lucanomagazine.it/sezione/scienza-tecnologia/

Leggi l’articolo originale: La via Lucana del benessere. Il finocchietto selvatico, una risorsa spontanea

ln-logo