Patrimonio in gioco

Il 23 e 24 febbraio in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale (l’iniziativa promossa dal Mibact), Matera 2019 e Unesco Giovani realizzano un ricco programma di iniziative.

Circa 200 i partecipanti provenienti da tutta Italia che prenderanno parte ai congressi, alle attività aperte al pubblico e ai workshop organizzati da Matera 2019 e Unesco Giovani.

All’interno del programma è inserita anche la mostra Trecento’19 – Duemila’19 – 319 copertine d’autore della «Lettura» per Matera capitale europea della cultura 2019 organizzata da Matera 2019, Fondazione Corriere della Sera e Polo museale della Basilicata che espone le prime 319 copertine del supplemento culturale del «Corriere della Sera», pubblicate dal 13 novembre 2011 al 7 gennaio 2018.

Il 24 febbraio alle ore 10:00 a Casa Cava, ospiti di livello nazionale ed internazionale, interverranno alla conferenza pubblica sul tema Il turismo ai tempi della sharing economy: utopia o distopia?

Nell’ottica di sperimentare un nuovo modo per i visitatori di vivere la città mettendo al centro non solo i luoghi, i monumenti, ma anche le persone, Matera 2019 ha organizzato People, places and Purposes dalle 17 alle 19.30 di sabato 24 febbraio.
Un itinerario esplorativo del patrimonio tangibile ed intangibile fra i luoghi, le persone ed i progetti di Matera 2019 che si articolerà in numerose tappe che vanno dal quartiere Sassi fino alla zona Sud con il quartiere Agna Le Piane. I posti per partecipare all’itinerario sono limitati, è necessaria l’iscrizione.

PROGRAMMA:

Venerdi 23 Febbraio

15:00 – 18:00
Cerimonia di apertura “Unesco Italian Youth Forum”
Auditorium Gervasio

Il nuovo corso di #UNESCOgiovani, Paolo Petrocelli
Motivational speaker: Pierluigi Sacco
25 anni di Matera patrimonio Unesco: Vito de Filippo, Sottosegretario MIUR – Luisa Montevecchi, Direttore del Servizio I, Coordinamento – Ufficio UNESCO – Marcello Pittella, Presidente Regione Basilicata – Raffaello De Ruggieri, Sindaco di Matera – Aurelia Sole, Presidente Fondazione Basilicata – Matera 2019 – Mariano Schiavone, Direttore APT Basilicata

Anno europeo del patrimonio
Motivational speaker: Fabio Maccione, Senior Public Affairs Manager Flixbus Italia
Relatori: Lorena Aldana, Member of the European Cultural Heritage expert – Marta Ragozzino, Direttrice Polo Museale Basilicata – Paolo Verri, Direttore Generale e Serafino Paternoster, Ufficio Stampa Fondazione Matera-Basilicata 2019 (Focus “Città invincibili”) – Teresa Gualtieri (responsabile nazionale FICLU della realizzazione dell’Agenda 2030)

I giovani per il patrimonio
Motivational speaker: Adama Sanneh, co- founder Moleskine Foundation
Relatori: Tommaso Murè, UN Youth Delegate – Italy – Giuseppina Del Marco, UN Youth Delegate – Italy – Manon Champier, PhD candidate e You-tuber «C’est une autre histoire»

19:00 – 21:00
Inaugurazione mostra Trecento’19 – Duemila’19 – 319 copertine d’autore della «Lettura» per Matera capitale europea della cultura 2019
Museo Ridola

Mostra organizzata dalla Fondazione Matera-Basilicata2019, dalla Fondazione “Corriere della Sera” e dal Polo museale della Basilicata. In esposizione le prime 319 copertine del supplemento culturale del «Corriere della Sera», pubblicate dal 13 novembre 2011 al 7 gennaio 2018.

Sabato 24 febbraio

10:00 – 12:30
Il turismo ai tempi della sharing economy: utopia o distopia? (a cura di Matera 2019) 
Casa Cava

Ospiti:
Raffaello De Ruggieri – Sindaco Città di Matera
Francesco Tapinassi, Dirigente settore Turismo Ministero dei beni e delle attività culturali e turismo, MiBACT
Tommaso Sacchi, Capo Segreteria culturale, Curatore dell’Estate Fiorentina
Rossella Tarantino, Manager Sviluppo e relazioni, Fondazione Matera-Basilicata 2019
Ottavia Ricci, Consulente esperto per le politiche del turismo sostenibile, MIBACT
Caso Studio: Claartje van Ette, Città di Amsterdam
Modera: Emmanuele Curti

17:00 – 19:30
“People, places and Purposes” (a cura di Matera 2019)

Itinerario esplorativo del patrimonio tangibile ed intangibile fra i luoghi, le persone ed i progetti di Matera 2019. Vorremmo sperimentare un nuovo modo per i visitatori di vivere la città, mettendo al centro non solo i luoghi (“i monumenti”), ma anche le persone che a vario titolo li abitano e fanno vivere, e quanto lì può succedere, soprattutto in prospettiva Matera 2019.

Posti limitati. Necessaria prenotazione al link.

 

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Patrimonio in gioco

Il percorso di Build up

Parte il percorso di Build Up destinato ai Makers & Linkers di Matera 2019

Il 16 e 17 febbraio prende il via il percorso di build up, ovvero di potenziamento delle competenze, destinato ai 40 profili fra senior e junior dei Makers e Linkers di Matera 2019. Si tratta di risorse con un profondo legame con la regione Basilicata e con il Sud Italia, che sanno combinare cura e attenzione nei confronti del contesto locale e competenze gestionali e internazionali consolidate.

Il processo di potenziamento delle competenze permetterà loro di acquisire un linguaggio comune legato alla filosofia di Matera 2019 e allo sviluppo e attuazione dei progetti. Tale percorso durerà fino alla fine di marzo e prevede incontri con esperti nazionali e internazionali sui temi del Community building, Dimensione europea, Turismo e cultura – sostenibilità, Audience development, Grandi eventi, direzione tecnica e sicurezza, Management.
Momento di particolare importanza è la Lectio Magistralis di Ulrich Fuchs, cattedratico tedesco che dal 2014 fa parte del gruppo di esperti della Commissione Europea che seleziona e monitora le capitali europee della cultura. Un onore per Matera 2019 averlo qui, un piacere ascoltarlo per le sue visioni di futuro e di Europa sempre illuminanti.

Al termine del percorso verrà creato un albo di professionisti del management e produzione culturale (i makers) e di esperti di coinvolgimento del pubblico (i linkers), dal quale sia la Fondazione Matera Basilicata 2019 sia i soggetti attuatori dei progetti di Matera 2019 potranno attingere in caso di necessità.

Particolare attenzione è rivolta ai giovani under 30, per investire nella loro crescita e creare un vivaio di figure che potranno spendere le loro competenze a Matera e nel Sud anche dopo il 2019.

 

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Il percorso di Build up



ln-logo

Il Build up di Makers e Linkers

Parte il percorso di Build Up destinato ai Makers & Linkers di Matera 2019

Il 16 e 17 febbraio prende il via il percorso di build up, ovvero di potenziamento delle competenze, destinato ai 40 profili fra senior e junior dei Makers e Linkers di Matera 2019.

Il percorso durerà fino alla fine di marzo e prevede incontri con esperti nazionali e internazionali sui temi del Community building, Dimensione europea, Turismo e cultura – sostenibilità, Audience development, Grandi eventi, direzione tecnica e sicurezza, Management.

Momento di particolare importanza è la Lectio Magistralis di Ulrich Fuchs, cattedratico tedesco che dal 2014 fa parte del gruppo di esperti della Commissione Europea che seleziona e monitora le capitali europee della cultura. Un onore per Matera 2019 averlo qui, un piacere ascoltarlo per le sue visioni di futuro e di Europa sempre illuminanti.

Tale processo di potenziamento delle competenze permetterà ai Makers e Linkers di acquisire un linguaggio comune legato alla filosofia di Matera 2019 e allo sviluppo e attuazione dei progetti. Particolare attenzione è rivolta ai giovani under 30, per investire nella loro crescita e creare un vivaio di figure che potranno spendere le loro competenze a Matera e nel Sud anche dopo il 2019.

Al termine del percorso verrà creato un albo di professionisti del management e produzione culturale (i makers) e di esperti di coinvolgimento del pubblico (i linkers), dal quale sia Matera 2019 sia i soggetti attuatori dei progetti del programma culturale potranno attingere in caso di necessità. Saranno risorse con un profondo legame con la Basilicata e con il Sud Italia, capaci di combinare cura e attenzione nei confronti del contesto locale e competenze gestionali e internazionali consolidate.

 

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Il Build up di Makers e Linkers



ln-logo

Matera 2019, grandissimo coinvolgimento del pubblico per la festa del “Meno Uno”

Ha avuto un grandissimo coinvolgimento e apprezzamento del pubblico la festa collettiva del “Meno Uno” svoltasi  venerdì  e sabato  con cui Matera ha avviato il conto alla rovescia verso il 19 gennaio 2019, data della cerimonia inaugurale dell’anno da capitale europea della cultura, e che ha dato il via al grande cantiere culturale di preparazione al 2019. Nelle due giornate sono affluite in piazza Vittorio Veneto oltre 6000 persone, con punte di 3500 persone  durante i momenti più spettacolari della due giorni: il primo nella giornata di venerdì  con la scalata da parte del climber Antoine Le Menestrel, sonorizzata da Max e Ninja dei Subsonica, della grande architettura in cartone di oltre 1000 chili, ispirata prevalentemente alla chiesa di San Pietro Caveoso, ideata dall’artista Olivier Grossetête e costruita grazie alla collaborazione di tutti i cittadini che, mattone dopo mattone, hanno fatto si che la struttura potesse arrivare fino a 19 metri di altezza. Il secondo momento più seguito è stato nella giornata di sabato, con l’abbattimento e la distruzione della grande struttura, smontata dagli stessi cittadini che l’avevano costruita, affinché ciascuno di loro potesse averne un pezzo da portare con sé e da far rinascere a nuova vita, proprio come avviene per il Carro della Festa della Bruna, emblema della tradizione materana. L’intreccio fra la dimensione locale e quella europea della performance ha avuto la sua massima espressione nella consegna di un pezzo della struttura, il rosone centrale della chiesa, da parte di Antoine Le Menestrel a Raffaele Pentasuglia, l’artista materano che realizzerà il Carro per la festa del prossimo 2 luglio. I due momenti performativi hanno fatto da cornice alla presentazione pubblica, nella mattina di sabato, di metà del programma culturale del 2019, che sarà realizzato da 27 project leader selezionati all’interno della scena creativa lucana. Un momento di confronto con il pubblico, animato da due voci della radiofonia italiana, Filippo Solibello di Radio 2 e Doris Zaccone di Radio Capital, per far conoscere alla comunità i progetti che per il 2019 verranno prodotti direttamente sul territorio con la collaborazione di partner nazionali e internazionali. I progetti abbracciano diversi temi come il rapporto tra suono silenzio, l’architettura e l’ambiente, il superamento del concetto di limite, le emozioni e la memoria, la questione ecologica, il cibo e la tradizione del pane, la vergogna, il patrimonio euro-mediterraneo, il recupero degli antichi saperi e dei miti, i migranti e le migrazioni, attraversando diversi linguaggi, dalla musica al teatro, dal cinema al gioco urbano, dalle arti di strada allo sport. Quanto ai numeri, sono stati 1300 i cartoni utilizzati per costruire l’architettura, 480 i rotoli di scotch impiegati per unire i 500 mattoni in cartone, realizzati nel corso dei laboratori svoltisi per 8 ore al giorno, dal 15 al 18 gennaio e che hanno visto coinvolte circa 600 persone fra studenti di 7 scuole fra medie e superiori della città, il corso di Laurea in Architettura del Dicem dell’Università degli Studi della Basilicata e 12 associazioni del territorio.  A queste si aggiungono le tante professionalità del territorio contrattualizzate per la realizzazione dell’evento. Il budget complessivo dell’evento è di 102.000 euro netti, di cui il 50% per le prestazioni artistiche. Insieme al Comune di Matera si sta procedendo ad effettuare i conteggi relativi al riciclo dei materiali utilizzati. La partecipazione del pubblico è stata ampia non solo dal vivo, ma anche attraverso i social network, grazie al lavoro svolto dal team dei volontari digitali di Matera 2019, con la pubblicazione di migliaia di post, video, foto fatta direttamente dal pubblico. La strategia adottata dal team digitale di Matera 2019, incentrata prevalentemente sui social network Facebook e Instagram per l’impatto altamente visivo dell’evento, ha portato ad avere numeri importanti sul web: più di 100 mila persone raggiunte con le dirette Facebook e più di 2 mila condivisioni dei contenuti dalla pagina Facebook di Matera 2019, centinaia di stories su Instagram e 67 mila persone raggiunte, circa 1000 tweet sull’evento.  Apprezzabile il contributo dei partner privati a partire da Tim che ha sostenuto la comunicazione dell’evento, di Coldiretti e Di Leo che hanno distribuito i propri prodotti. Tra le presenze più apprezzate, quella dei giocatori dell’Olimpia Basket che hanno coinvolto il pubblico e aiutato nella fase di costruzione della grande architettura. “L’evento del  ‘Meno Uno’ è stato un primo momento di straordinaria sintonia – ha spiegato la Manager Culturale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Ariane Bieou – tra la produzione culturale di dimensione europea e una capacità tutta locale di appropriarsi del progetto e di sentirlo quale parte integrante della propria tradizione”.

 

Fonte: http://www.piazzalucana.it/category/matera-2019/

Leggi l’articolo originale: Matera 2019, grandissimo coinvolgimento del pubblico per la festa del “Meno Uno”



ln-logo

Apre il cantiere Matera 2019

Meno uno è una grande festa di comunità che, a un anno esatto dalla cerimonia d’apertura di Matera 2019, avvierà il conto alla rovescia.

Il 19 e 20 gennaio tutti saranno chiamati ad unirsi al cantiere culturale di Matera 2019 collaborando alla costruzione di un’enorme architettura in cartone, ideata dall’artista visivo Olivier Grossetête.

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Apre il cantiere Matera 2019

ln-logo

Le capitali europee della cultura 2018

Valletta (Malta) e Leeuwarden (Paesi Bassi) sono le Capitali Europee della Cultura del 2018. Vogliamo augurar loro un buon lavoro!

La cerimonia di apertura che inaugura ufficialmente l’anno da Capitale di Valletta 2018 si terrà dal 14 al 21 gennaio.

Il tema centrale “Imagine 18” è un’entusiasmante opportunità per sperimentare l’identità culturale in nuovi contesti che spingono i confini e permettono a idee, dialoghi, creatività e innovazione di fluire liberamente. Valletta 2018 vuole apportare cambiamenti nella mentalità, sfidare a sperimentare, a sollevare le aspettative sia come artisti che come pubblico, e abbracciare un cambiamento permanente per arricchire le vite culturali dei maltesi. Ciò avverrà incoraggiando la partecipazione dei singoli e delle organizzazioni dei diversi contesti della società.

Il programma include festival e spettacoli su scienza, arte, infanzia e gioventù, danza, teatro, gastronomia e molto altro. I concetti alla base degli eventi sono guidati da quattro aree tematiche: Generazioni, Rotte, Città, Isole.

La cerimonia inaugurale di Leeuwarden (Paesi Bassi) si terrà invece la settimana successiva il 26 e il 27 gennaio.

Il tema centrale “The iepen mienskip – open community” ha lo scopo di collegare i differenti tipi di comunità in tutta Europa, sia online che “nella vita reale”. Con oltre 800 progetti, l’ECoC mostrerà una comunità eccentrica e impegnata, attenta alle idee, opportunità e sfide reciproche.
Il programma è articolato in tre temi. Il primo tema riguarda il modo in cui natura e cultura si relazionano tra loro nel senso più ampio. Il secondo tema si concentra sul rapporto tra città e periferia rurale. Il terzo tema riguarda il modo in cui le persone vivono insieme in questi luoghi e in che modo le diverse culture coesistenti comunicano e interagiscono.

Accanto al programma principale, Leeuwarden 2018 ha due programmi collaterali. Lab LWD paragonabile a una “cassetta degli attrezzi” per testare diversi tipi di piattaforme open che connettono le persone tra loro e Royal Friesian, un programma che esamina il passato, il presente e il futuro delle relazioni culturali import-export.

 

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Le capitali europee della cultura 2018

ln-logo

Buone feste

Mancano ormai poco più di 365 giorni al 2019, anno in cui Matera sarà Capitale Europea della Cultura. È una data che ci dona insieme emozione e responsabilità.

Dal 19 gennaio 2018 comincerà il nostro conto alla rovescia con un programma partecipato, che vedrà il coinvolgimento sia degli abitanti permanenti che dei cittadini temporanei.
L’augurio per questo Nuovo Anno è di lavorare tutti insieme per coltivare nuove radici e camminare verso un futuro aperto a nuove forme di cultura e di società.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

Fonte: http://www.matera-basilicata2019.it/

Leggi l’articolo originale: Buone feste

ln-logo

Pagina 1 di 2612345Successivo ›Ultimo »